Eventi, tempi duri per organizzatori

0

 

 

Tempi duri per i promotori e gli organizzatori di eventi e spettacoli. E’ quanto emerge dalla lettura di un avviso pubblico emesso dal settore promozione socio culturale guidato da Adele Giordano. L’ufficio ha evidenziato una molteplicità di oneri a carico dei proponenti le inziative, sebbene patrocinate dal Comune sotto forma di agevolazioni fiscali e contributive. In sostanza numerose incombenze ricadranno sui soggetti interessati a promuovere spettacoli, kermesse, sagre ed altri momenti di intrattenimento collettivo.

Obblighi a cui i proponenti non potranno sottrarsi, pena il mancato svolgimento della manifestazione. Ecco quali sono le prestazioni a carico del soggetto realizzatore: reperimento cast artistico, sorveglianza degli accessi, numerazione sedute, intestazione di tutte le scritture economiche, amministrative e contabili relative agli spettacoli, ottenimento delle autorizzazioni amministrative, allestimento delle attrezzature per lo svolgimento degli eventi oltre alla loro sorveglainza, installazione di bagni chimici per il pubblico, di camerini per gli artisti e pulizia al termine dell’evento dell’area interessata.

Poi il soggetto proponente dovrà ottemperare a tutte le prescrizioni previste dalle norme vigenti per lo svolgimento degli spettacoli: sicurezza sui luoghi di lavoro, conformità alle norme degli impianti e dei materiali utilizzati, conformità alle norme previdenziali e assistenziali, a quelle in materia di tutela dei beni cultrali e fiscali. Tutto ciò, è ancora chiarito, “esonerando il Comune da qualsiasi eventuale responsabilità”. In merito è interventuo anche il sindaco Cosimo Ferraioli. ”

Dopo la partecipazione ottenuta grazie agli incentivi offerti dall’amministrazione comunale per l’organizzazione degli eventi natalizi, abbiamo deciso di estendere l’iniziativa anche alla rassegna estiva. A coloro che vorranno organizzare sul territorio comunale eventi enogastronomici, ludici, ricreativi e culturali il Comune offrirà il patrocinio morale e dispenserà gli organizzatori dal pagamento di tutte le imposte comunali previste: occupazione di suolo pubblico, imposta sulla pubblicità, Tari giornaliera e diritti per le autorizzazioni”, ha dichiarato. Le proposte dovranno essere presentate entro il quindici giugno per gli eventi del mese corrente ed entro il trenta giugno per quelli previsti nei mesi di luglio, agosto e settembre. Il tempo stringe e non sarà facile per le associazioni amatoriali ottemperare a tutti gli obblighi previsti dal Municipio.        Pippo Della Corte

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here