Angri Calcio, gruppo decimato dagli infortuni. Si gioca ancora a Siano

0

“La corsa dobbiamo farla sui noi stessi!”. L’imperativo del patron angrese Luca De Virgilio rappresenta un segnale di fiducia per l’ambiente ma soprattutto per il lavoro che calciatori e staff tecnico hanno compiuto sinora. La squadra allenata da Criscuolo dopo i due pareggi consecutivi conseguiti con Stabia e Calpazio è riuscita a conquistare i tre punti nella sfida con il Città di Campagna. Successo che assume connotazioni importanti se si considera che all’appello mancavano sei titolari per infortuni di natura muscolare provocati in larga maggioranza dalle pessime condizioni del rettangolo di gioco del “Novi” che ospita allenamenti e partite dei doriani. L’infermeria angrese si è affollata giorno dopo giorno tanto da indurre la dirigenza capeggiata da De Virgilio a dirottare la gara con i bianconeri della piana del Sele sul sintetico di Siano.

“Era inevitabile adottare questo tipo di soluzione – spiega il direttore generale Ciro Francese – poiché le copiose piogge e il terreno paludoso avrebbero messo ulteriormente a rischio l’incolumità di altri calciatori privandoci di altre risorse umane”.

-Ads-

La squadra è apparsa tonica dimostrando di aver smaltito i carichi di lavoro atletico effettuato nel corso della pausa natalizia e nelle prossime settimane il rientro di alcuni uomini cardine dello scacchiere angrese potrà nuovamente far lievitare le quotazioni dell’Angri Calcio che dovrà approfittare anche degli scontri diretti tra le prime della classe.

“Gli infortuni hanno sicuramente pregiudicato il nostro cammino – spiega l’allenatore Enzo Criscuolo – ma è pur vero che in alcun gare non siamo riusciti ad esprimerci nel migliore dei modi, tuttavia, credo che una flessione nell’arco di nove mesi sia fisiologica, e già domenica la squadra, pur annoverando tante assenze, ha dimostrato di essere sulla strada giusta per continuare a sciorinare un gioco piacevole e redditizio”.

Domani, (stadio Leo di Siano, inizio 14.30) l’Angri Calcio affronterà l’Eclanese, ultima forza del campionato, ma in casa doriana non si accettano cali di tensione anche perché all’orizzonte c’è la sfida di ritorno con lo Stasia per la semifinale di coppa Italia.

“Dovremo ancora rinunciare a diversi calciatori – conclude Criscuolo – e pertanto chi sarà schierato in campo dovrà fare gli straordinari e lavorare il doppio perché affrontiamo una compagine che giocherà la partita senza alcun assillo”. Montella, Abate, D’Amato, Galdi e Ferraioli difficilmente saranno arruolabili per la contesa con gli irpini che potrebbe avere come teatro nuovamente lo stadio “Leo” di Siano. Criscuolo conta di recuperare a pieno regime Della Femina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here