L’Angri Calcio torna al successo (2-0) con una magia di Della Femina!

0

ANGRI: Cesarano, Iomazzo, Santaniello, Della Femina, De Bellis, (91’ De Prisco), Correale, Rodio, Amarante, Tranfa (83’ Falcone), Cusimano, (78’ Ferraioli) Giammetta. A disp.: Brancaccio, Camorani, Schiavone, D’Ambrosio. All. Criscuolo

Città di Campagna: Marino, Giordano, Dezzacheo, Stanzione, De Nigris, Giliberti, Marantino, Maiorino (73’ Citro), Silva, Sandrigo (80’ Graziani), Gaeta. A disp: Vece, Alfano. All. Maiorano.

-Ads-

Arbitro: Turiello di Napoli (Minichino di Castellammare di Stabia – D'Apice Castellammare di Stabia) Ammoniti: Della Femina, Stanzione, Giliberti, Marantino e Gaeta.

Marcatori: 40’ Della Femina, 75’ De Bellis

Siano – Un Angri largamente rimaneggiato riassapora il gusto della vittoria battendo il Città di Campagna sul sintetico di Siano che riesce a garantire la praticabilità del rettangolo di gioco nonostante le abbondanti piogge premiando così la scelta del patron De Virgilio di dirottare il match su un campo diverso dal “Novi” che versa in condizioni disastrose. Le numerose assenze hanno indotto il tecnico doriano, Enzo Criscuolo, a rivoluzionare l’undici iniziale affidando ad interpreti diversi il compito di applicare al meglio le strategie tattiche.

I grigiorossi, reduci dalla fatiche della coppa Italia, devono tenere il contatto con le prime della classe e la vittoria mancava da due turni in casa angrese.

La partenza dei doriani è lenta e gli attaccanti, Tranfa e Giammetta, non riescono a ritagliarsi lo spazio necessario per finalizzare le azioni prodotte dalla manovra. Amarante, Rodio e Della Femina assicurano geometria e forza fisica in mediana, il forfait di Galdi, infortunio al flessore, concede l’opportunità a De Bellis di partire dal primo minuto occupando la corsia di sinistra con compiti di copertura.

La gara regala poche emozioni nei primi minuti con l’Angri a fare la partita e padrone della manovre di gioco. La squadra cara al patron De Virgilio non rischia nulla in fase difensiva dove l’assenza del navigato Abate non si fa sentire grazie alla compattezza della linea arretrata guidata da Correale.

A sbloccare il risultato ci pensa Della Femina al quarantesimo con una punizione dai venticinque metri, calciata con estrema precisione dal centrocampista ex Napoli, che scavalca la barriera e spedisce la sfera all’incrocio dei pali. Il vantaggio scioglie le tensioni mentali della compagine grigiorossa che arriva all’intervallo con la consapevolezza di poter gestire il risultato. Al rientro dagli spogliatoio gli ospiti appaiono motivati a risalire la china ma le iniziative di Silva e Sandrigo si infrangono contro l’organizzazione del pacchetto arretrato schierato a difesa della porta di Cesarano.

Il match si chiude alla mezz’ora della ripresa con un’azione manovrata imbastita dall’indomabile Della Femina abile a confezionare un assist perfetto per Iomazzo che lascia partire un preciso traversone ad imbeccare dall’altra parte del campo De Bellis che con un colpo al volo insacca alle spalle di Marino.     Area Comunicazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here