Squillante: “conti del comune allo sbando”

0

Una feroce critica alla gestione economico finanziaria di palazzo di città arriva dalle file del Pdl Angri. Il capogruppo Antonio Squillante ritiene che nella storia del Comune di Angri è la prima volta che l’approvazione del rendiconto del bilancio 2010 subisce un così significativo ritardo nella tabella di marcia.

“Con quest’amministrazione, da un punto di vista contabile siamo all’anno zero, -dice Squillante- perché il bilancio consuntivo del 2010 doveva essere approvato entro il mese di aprile 2011. Si tratta di un ritardo inaccettabile, soprattutto in un momento in cui il quadro economico è così delicato. Siamo molto preoccupati perché i conti di quest’ente sono allo sbando.”

-Ads-

Sul punto l’assessore al bilancio Giacomo Sorrentino è tranquillo. “Non ci aspettiamo polemiche, -spiega Sorrentino- perché non c’era niente da modificare né da discutere. Si tratta della fotografia dell’anno precedente, di cose già realizzate che si portano a conoscenza della cittadinanza. L’amministrazione Mauri ha, comunque, potuto incidere su questo bilancio soltanto in maniera marginale, perché stato redatto da un’altra gestione.” Infatti non si tratta del primo vero rendiconto dell’attuale amministrazione comunale, perché ad avviso di Sorrentino riflette solo per metà la gestione di Mauri, e per l’altra metà la gestione del commissario Bruno Pezzuto.

“Quel bilancio – precisa Sorrentino- era stato approvato dal commissario prefettizio, noi siamo arrivati nel mese di maggio, quando il bilancio aveva esaurito già il 50% della sua azione. Noi, su detto bilancio, abbiamo apportato soltanto delle variazioni per attuare la nostra politica, ma di discrezionalità ne abbiamo avuta pochissima. Il primo bilancio della nostra amministrazione è quello del 2011.” Approvati anche gli altri punti all’ordine del giorno, tra cui il riconoscimento di legittimità di debiti fuori bilancio.

Un dato da evidenziare è la coesione e l’armonia dei consiglieri di maggioranza, che sembrano condividere e sposare in pieno la politica e la gestione della macchina comunale del primo cittadino Pasquale Mauri. Maria Paola Iovino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here