La Recussi conferma: “il partito democratico resta all’opposizione”

0

Gli ultimi avvenimenti politico-amministrativi della nostra città che sono culminati con la presa di distanza dall’amministrazione Mauri di quattro consiglieri comunali facenti parte della medesima amministrazione, ad un anno di distanza appena dall’ultima tornata elettorale, evidenziano in modo palese lo stato di crisi politica dell’attuale quadro amministrativo.

Le divergenze dei quattro consiglieri non nascono da una diversa e mai esplicitata progettualità di sviluppo di Angri o da un contrapposto modo di porsi di fronte ai bisogni veri e reali della nostra comunità dando così adito a pensare ad un mancato accordo sulle quote di potere da distribuire ed assegnare all’interno di un patto elettorale evidentemente non più garantito dal Sindaco Mauri.

Una lotta di potere dunque, all’interno della stessa maggioranza , che va denunciata con forza per il suo brutale cinismo, combattuta sulla pelle della città e dei suoi numerosi problemi irrisolti.

Io ritengo che il limite più grande che questa amministrazione dovrebbe superare sia quello di autocelebrarsi nella gestione tecnocratica della cosa pubblica confondendo l’ordinaria amministrazione, spacciata propangandisticamente per grandi opere,con l’avvio di una vera trasformazione che possa incidere profondamente sul tessuto civile e sociale di Angri .

Manca cioè il respiro politico programmatico di un grande progetto e questo ci era parso chiaro già durante la campagna elettorale. In questo momento di grave difficoltà economico- sociale è necessario che ci sia chiarezza e trasparenza nelle posizioni politiche e che si guardi al bene comune e superiore della nostra città più che agli interessi di bottega.

Ritengo,quindi,che Angri non ha bisogno di trasformismi politici o peggio ancora di “congiure di palazzo”che sono oramai diventate la malsana “regola di governo” e che tanto,troppo hanno inciso sul mancato sviluppo della nostra città. Il senso di responsabilità e di coerenza che fin qui ha contraddistinto la mia personale azione politico-amministrativa e quella del PD è titolo per stabilire che questa maggioranza debba assumersi fino in fondo la responsabilità di governare secondo il mandato elettorale ricevuto.

Noi faremo la nostra parte dall’opposizione senza ambiguità seguendo le linee politiche già esplicitate dagli organismi dirigenti del PD cittadino, con la consapevolezza che la nostra città ha bisogno di una grande opera di trasformazione economica,civile e sociale che veda protagoniste le forze vive e più sensibili della nostra comunità, avendo il coraggio di scelte forti sui vari piani amministrativi relegando ai margini i gruppi di interesse e di potere. LINA RECUSSI Consigliere comunale PD

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here