Angri-S.Antonio Abate porte aperte solo per il pubblico di casa!

0

La prima sfida dei playout, prevista per domenica 22 maggio alle ore 16.00, allo stadio “Novi si disputerà a porte aperte con la sola presenza del pubblico di casa.

La notizia era già trapelata nel pomeriggio di ieri, ma ha assunto i crismi dell’ufficialità nella mattinata con comunicazione ufficiale da parte degli organi compententi della Lega Nazionale Dilettanti.

-Ads-

Per la tifoseria angrese ci sarà l’occasione per seguire la gara più importante della stagione con la passione e il calore che da sempre hanno caratterizzato la piazza doriana.

“E’ una notizia che ci rende felici – afferma il capitano grigiorosso Antonino Amarante – perché consentirà ai tifosi grigiorossi di rimanerci vicino nel momento cruciale e insieme tentare di raggiungere un traguardo meritato per una piazza calorosa come quella angrese”.

“Sono certo – spiega Amarante – che il pubblico angrese sarà presente in numero cospicuo trasmettendoci quell’energia e quella carica agonistica che solo una tifoseria appassionata riesce ad offrire negli appuntamenti che contano”.

La famiglia Orlando, intanto, ha inteso ringraziare personalmente il tecnico Matteo Pastore per il lavoro svolto nel corso di questi mesi e per l’impegno profuso nel guidare la compagine calcistica

E, intanto, una delegazione dei tifosi per manifestare il proprio attaccamento alla squadra ha chiesto e ottenuto un incontro con l’intera comitiva doriana all’interno degli spogliatoi dello stadio “Novi”. “Abbiamo incoraggiato il gruppo ad andare avanti senza fermarsi su ciò che ha caratterizzato questa stagione costellata da mille episodi negativi – tuonano i supporters angresi – tutto deve essere messo alle spalle perché conta solo vincere e guadagnare la permanenza in categoria, è un obiettivo che bisogna raggiungere ad ogni costo per onorare la memoria del presidente Giovanni Orlando che si è prodigato in ogni modo per portare l’Angri alla salvezza”.

“I calciatori – spiegano gli esponenti del tifo doriano – hanno l’obbligo morale di dare il massimo e di regalare la serie D alla città e al compianto massimo dirigente che ha lasciato un vuoto incolmabile”.

La squadra ha svolto la regolare seduta di allenamento pomeridiana presso lo stadio “Pasquale Novi” agli ordini del preparatore atletico Davide Sessa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here