Dal Comune una pioggia di euro agli avvocati

1

Ecco come sono stati approvati i debiti da capogiro con i legali che negli anni hanno prestato la loro opera professionale a sostegno del comune e dei sindaci che hanno retto Palazzo Doria.

I debiti fuori bilancio sono stati così ripartiti: 384mila euro per la parcella dell’avvocato Antonio Villano, 23mila 500euro per Bruno Falcone, 42mila euro a Michele D’Antonio. Approvazioni che hanno visto la decisa opposizione del capogruppo del Pdl Antonio Squillante, il cui dissenso è stato condiviso da tutte le formazioni di minoranza.

-Ads-

E’ stato invece sospeso il riconoscimento dei 400 mila euro di debiti fuori bilancio per la copertura della parcella dell’avvocato Giovanni Longobardo. Il consesso, con il voto di maggioranza, ha anche approvato il bilancio. Un punto alla cui votazione il Pdl ha abbandonato l’aula. Per loro non era giusto discutere per la mancanza di alcuni file con i dati del bilancio sul cd loro fornito dalla maggioranza.

Mancanza che avrebbe impedito di avere piena contezza dei conti. Fra polemiche e appunti di Squillante, alla fine il bilancio che porta qualche novitá. La tariffa dell’asilo nido cala di 50 euro per fascia. Cala anche il prezzo dei buoni per la mensa. In questo caso la diminuzione è del 50%. Cala infine il costo per le associazioni sportive per l’uso e la concessione delle palestre comunali. Susy Pepe

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here