PD, La Mura in pole per la direzione provinciale

0

Ultimate le operazioni del congresso che hanno dato vita ad un direttivo rinnovato in larga parte e pronto ad affrontare una nuova stagione politica, il Partito Democratico angrese si avvia a rilanciare una nuova azione politica. Lo scopo principale della segretaria Antonietta Giordano è di recuperare il terreno perso, ma soprattutto di intrecciare con le diverse realtà del territorio rapporti necessari per avvicinare il partito alla gente.

Il PD doriano oltre a presentare quatteo delegati al congresso provinciale, tutti eletti nella lista collegata a Nicola Landolfi, potrebbe ottenere altri buoni risultati con la designazione nella direzione provinciale dell’ex Sindaco Giuseppe La Mura che andrebbe a ricoprire un ruolo di primo piano.

-Ads-

Un incarico che potrebbe arricchire ulteriormente il gruppo legato al cardiologo angrese capace di ottenere due delegati provinciali su quattro nel comune doriano, Maria Rosaria Mercurio e Giovanni D’Acunzo. “Sono molto soddisfatto – afferma D’Acunzo – per il risultato ottenuto sia dalla lista “Democratici per Cambiare Tutto” collegata al Candidato Segretario Nicola Landolfi, sia per la notevole partecipazione degli iscritti. Partecipazione che ha portato al voto circa il 60% degli aventi diritto, in una giornata particolarmente torrida e in poche ore, questo grazie al lavoro di tutti i dirigenti del Partito”.

Ma la soddisfazione si estende anche al risultato della lista che ha portato all’elezione all’assemblea provinciale. “Oltre al sottoscritto – precisa giovanni D’Acunzo – al congresso provinciale hanno preso parte l’ ingegnere Salvatore La Mura e due donne Teresa Ariete e Rosaria Mercurio che insieme alla riconferma dell’amica Antonietta Giordano come Segretario Cittadino dimostrano che le donne sono sempre più protagoniste nel PD di Angri. Il lavoro che ci aspetta non è facile, anche perché è intenzione del neo-segretario Provinciale formare gruppi di lavoro nei vari territori della Provincia, e l’agro-nocerino sarnese è una zona che ha bisogno di idee nuove e concrete per la soluzione di problemi che si sono aggravati nonostante le promesse di impegni concreti del Presidente Cirielli e dei sindaci di Centro-Destra che governano molte Comunità dei nostri terriori”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here