Beni confiscati, avviato l’iter per il bando di gara

0

Un sopralluogo necessario per fare luce sulla condizione strutturale dei beni confiscati alla criminalità organizzata è stata richiesto dal consigliere comunale Giuseppe Del Sorbo.

L’esponente della lista “Noi con Cosimo” ha indirizzato la nota al responsabile dell’unità operativa complessa “Patrimonio”, Giovanni Losco, nella quale viene esplicitamente invocato di effettuare una ricognizione soprattutto all’immobile ubicato in via Madonna delle Grazie (in foto l’ex commissario straordinario Alessandro Valeri nell’ultimo sopralluogo del 2019) che in passato è finito al centro di veementi polemiche per l’utilizzo improprio da parte di alcune associazioni locali.

-Ads-

La gestione dei beni confiscati è seguita con particolare attenzione dall’amministrazione comunale che già nella scorsa estate aveva paventato l’ipotesi di procedere all’assegnazione di quei beni che rientrano nel patrimonio dell’Ente in seguito alla consegna da parte dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.

L’ente comunale si pone l’obiettivo di procedere alla valorizzazione, al recupero e alla ristrutturazione degli immobili che sono stati trasferiti al Comune di Angri nel corso degli ultimi anni.

L’obiettivo è di creare una rete funzionale che possa dare vita a una serie di servizi sociali rivolti alla comunità che consentano di poter garantire servizi di interesse soprattutto alla fasce deboli. Diverse strutture sono iscritte al patrimonio dell’ente comunale.

Il parcheggio in via Satriano, dopo essere stato assegnato in maniera provvisoria ai commercianti della zona, è tornato, nuovamente, nella disponibilità del Comune di Angri.

La prossima settimana la giunta comunale dovrebbe approvare la delibera con la quale concedere il via libera alla pubblicazione del bando di gara per assegnare alle associazioni locali i beni in questione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here