L’ex vice sindaco Barba: “orgoglioso di quanto fatto in 240 giorni”

0

 

240 giorni… Ecco la durata del mio incarico al ruolo di Vicesindaco, Assessore alla Pubblica Istruzione e Assessore alla Comunicazione e Innovazione Tecnologica.

Si, carissimi, sono trascorsi già 240 giorni da quel 3 marzo 2020, giorno in cui firmai l’accettazione dell’incarico, nonostante eravamo alla vigilia del primo lockdown. Li ricordo ancora uno ad uno e mai li dimenticherò. Porterò con me, lungo tutta la mia vita, questo ricordo fantastico, gratificante e sicuramente sinonimo di grande responsabilità nei confronti dei miei concittadini. Ovviamente il mio non è un addio ma un semplice arrivederci, soprattutto perché alla luce dei risultati elettorali delle Elezioni Amministrative – Angri 2020, ricopro già, con grande orgoglio, una carica legittima riconosciutami dal mio paese: “Consigliere del nuovo Consiglio Comunale”. Smetto quindi di esserne un semplice “INTERLOCUTORE”!!!| Fui così etichettato da “qualcuno” nel primo Consiglio Comunale, in quanto la mia era, allora, una carica tecnica. Oggi ne prendo parte in pieno diritto, perché a scegliermi è stato il popolo di Angri.

Sarò orgoglioso di sedere in Consiglio Comunale nelle vesti di rappresentante della lista SCUOLA AL CENTRO, la prima lista nata nel panorama politico angrese con una forte traccia tematica. Ai suoi componenti ed elettori va il mio grazie più sincero ed affettuoso, per avere sempre dimostrato gratuitamente: supporto, sostegno, collaborazione, concretezza e lealtà. La Comunità Scolastica angrese sarà sempre prerogativa del nostro impegno politico che vede il progetto “SCUOLA APERTA” al centro del nostro tavolo di lavoro.

Poiché ieri, nella serata del 29 ottobre 2020, il mio nome non è comparso nell’elenco delle nomine a seguito della pubblicazione dei componenti della nuova Giunta Comunale, qualcuno non ha perso occasione per parlarmi subito di “declassamento”, “offesa personale”, consigliando di legarmela al dito, o meglio ancora, prendere posizioni diverse se non opposte, come se “qualcosa” fosse dovuto!

No! Categorico! Non sono di questa pasta!

In campagna elettorale quando ho parlato di lotta al personalismo e all’autoreferenzialità intendevo proprio questo, ossia alla capacità di ascoltare, mediare e mettersi in discussione, mai escludendo la possibilità di fare anche un passo indietro in virtù di una scelta comune, a garanzia di un equilibrio fondamentale per il bene della nostra città.

Resto orgoglioso e fiero di quanto sono riuscito a promuovere in questi 240 giorni di incarico!

Ho fortemente promosso gli investimenti nella scuola e a fine incarico posso dire con immensa soddisfazione che tali investimenti, da marzo ad oggi, hanno raggiunto una cifra pari a 600.000 EURO, ripeto 600.000 EURO (euro più…euro meno), così ripartiti:

  • 300.000 euro per il completamento del Plesso di Via D. Alighieri. Una risorsa strutturale importante e necessaria. Il completamento dei lavori potrà dare spazi aggiuntivi alla nostra comunità scolastica se non sede dignitosa ai nostri alunni che, ancora oggi, sono costretti a frequentare plessi scolastici quasi “secolari”!
  • 86.000 euro per l’acquisto di 1500 banchi monoposto. Una risorsa di arredo scolastico essenziale, fatta di Banchi e Cattedre, destinati alla Scuola dell’Infanzia, alla Scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado;
  • 75.000 euro per i lavori di edilizia scolastica. Lavori necessari ed indispensabili per l’adeguamento e l’ampliamento degli spazi didattici secondo i protocolli anti covid-19;
  • 30.000 euro per alcuni lavori di manutenzione straordinaria eseguiti sugli edifici scolastici. Con tale fondo si è provveduto in primis: a sistemare le criticità dei servizi igienici di tutte le scuole del Primo Ciclo di Istruzione, come la sostituzione di molte colonne fecali, ormai otturate dal calcare; a riammodernare alcuni servizi igienici datati ancora “Anni Ottanta”; a spicconare, esternamente, l’intero Plesso Galvani in quanto le varie facciate esterne presentavano preoccupanti distacchi di alcuni cornicioni e degli intonaci;
  • 80.000 euro per l’acquisto di circa 6 tensostrutture per uso didattico, interamente ignifughe, climatizzate e dotate di tutte le certificazioni di sicurezza. Tali tensostrutture, a fine di questa pandemia mondiale, potrebbero essere donate alle scuole per la realizzazione di laboratori esterni (Orti botanici, Sala Cinema, Sala Danza, Sala Musica Etc.);
  • 20.000 euro per il progetto SCUOLE SICURE. Un progetto che prevede l’istallazione di impianti di videosorveglianza agli ingressi delle scuole, garantendo più alti standard di sicurezza per tutta la comunità scolastica;
  • 10.000 euro per la compartecipazione all’acquisto di strumenti digitali da destinare alla Didattica a distanza. Questa strumentazione è stata destinata, con una delibera di giunta, ai minori appartenenti a nuclei familiari numerosi (+ di 3 minori) e che versano in condizioni economiche disagiate;
  • 2.500 euro per l’adozione dell’App Comunale MUNICIPIUM e delle sue funzioni opzionali che ci hanno permesso di gestire in modo digitale, rapido e veloce, quasi 150.000 euro di buoni spesa elettronici, nonché tutte le informazioni ufficiali del Comune in formato “smart”;
  • Inoltre, voglio precisare che il 60 % di questo impegno non è a carico delle casse comunali e quindi non a carico delle tasche dei miei concittadini, ma proviene da progetti europei, governativi e provinciali a cui noi abbiamo sempre partecipato con le nostre idee progettuali, risultate costantemente al passo con le esigenze della nostra città e quindi sempre approvate dagli addetti alla valutazione.

Ecco…non adagiandomi di aver fatto bene, sono sicuro che si poteva fare ancora meglio! Io però ce l’ho messa tutta, trascurando me stesso, la mia famiglia, ma allo stesso tempo ero sicuro di non trascurare il mio Paese, tutte le Famiglie e la nostra Scuola, perché ho sempre creduto che nella sinergia di questi 3 contesti educativi (Scuola, Società e Famiglia), nascono i migliori cittadini del futuro, quegli uomini e quelle donne che scriveranno, sulla loro giovane pelle e sulla nostra un po’ più sottile e rugosa, la storia del domani.

Grazie a tutti per l’enorme fiducia che mi avete sempre accordato e un grande in bocca al lupo a tutti i Componenti del nuovo Consiglio Comunale, al Sindaco e ai componenti della nuova Giunta.

 

con affetto

Alberto Barba

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here