Il Tar annulla la graduatoria per l’assegnazione dei 48 alloggi!

0

 

Il Tar ha accolto il ricorso presentato da una cittadina relativo alla graduatoria definitiva per l’assegnazione dei quarantotto alloggi di edilizia residenziale pubblica assegnati con un bando pubblicato il sei maggio del 2005.

La sentenza emessa dalla sezione salernitana del tribunale amministrativo regionale è destinata a provocare un inopinato sisma amministrativo che potrebbe indurre l’ente comunale e l’istituto autonomo case popolari di Salerno a dover ridisegnare l’elenco degli assegnatari fornendo alla commissione assegnazione alloggi un lavoro articolato e complesso.

“Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania sezione staccata di Salerno annulla la graduatoria definitiva per l’assegnazione di n. 48 alloggi siti nel Comune di Angri”, si legge nel provvedimento della commissione dei magistrati.

La parte ricorrente ha impugnato gli atti del Comune e della commissione alloggi evidenziando la mancanza assegnazione di tre punti come pubblicato nel bando pubblico. In effetti l’ente comunale non ha, in prima battuta, considerato l’attribuzione di tre punti, legittimati dall’occupazione di un alloggio sovraffollato, allorquando il nucleo familiare del partecipante fosse superiore a tre componenti ed abitasse in un’unità immobiliare di superficie utile non superiore a diciotto mq., al netto dei vani accessori”.

Nel 2010, in seguito ad un provvedimento del Tar, il Comune aveva ammesso con riserva la cittadina e per effetto della sentenza del tribunale amministrativo aveva riconosciuto i tre punti alla parte ricorrente inserita in graduatoria al n° 19 (invece che al n°78) con otto punti.

Nel mese di maggio del 2012, è stato, pertanto, consegnato alla ricorrente l’alloggio ERP sito alla località Satriano di Angri, Traversa Rispoli, e in data primo giugno 2012 è stato sottoscritto il contratto di locazione.

Le anomalie riscontrate in fase di verifica e gli accertamenti registrati da parte della magistratura hanno sottolineato che “non risulta che la competente Commissione Assegnazione Alloggi abbia svolto alcun controllo in tal senso”. La “questione case popolari” nella città doriana aggiunge un altro capitolo ad una lunga e tormentata storia che ora travolge persino la graduatoria di assegnazione relativa al 2005.

Una scure che si abbatte su palazzo di città proprio nei giorni in cui il commissario straordinario Alessandro Valeri ha annunciato che l’ente ha smaltito tutte le necessarie procedure per la definizione della graduatoria che dovrà assegnare ulteriori trenta alloggi di edilizia residenziale pubblica distribuiti in diversi punti della città.

Nei giorni passati è stata emessa un’ordinanza di sgombero per liberare un alloggio di proprietà dell’istituto autonomo case popolari di Salerno.

Un provvedimento necessario considerato che si è data applicazione ad una disposizione emessa dall’istituto case popolari della provincia di Salerno in quanto l’occupante non è risultata in possesso dei requisiti per abitare nell’appartamento ubicato al civico undici di via don Carlo La Mura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here