Asilo “Il nido di Sara”, il Prefetto Valeri precisa: “non c’è copertura nel bilancio!”

0

 

L’asilo nido dedicato alla memoria della piccola Sara Esposito, inaugurato nel novembre del 2017, proseguirà le attività fino al prossimo trenta novembre.

L’operatività della struttura sarà garantita sino a quella data grazie ai finanziamenti che negli anni passati hanno assicurato la realizzazione dell’asilo e le attività quotidiane. La gestione dell’asilo è curata dalla cooperativa Sol.Co.Agro cui è affidata da anni anche la struttura collocata presso il II Circolo Didattico di viale Europa.

A quanto emerge per la gestione del “Nido di Sara” servirebbe una somma vicina ai novantamila euro all’anno e solo ventimila sono iscritti nel bilancio approvato dall’amministrazione Ferraioli. Una cifra, pertanto, non sufficiente ad assicurare la continuità delle attività del “Nido di Sara”.

“L’importo per la gestione dell’asilo nido non è stato previsto nel bilancio comunale – spiega il prefetto Valeri – purtroppo nessuno ha previsto, a tempo debito, di destinare la somma necessaria per dare continuità ai servizi erogati dalla società che gestisce l’asilo nido”. Dichiarazioni che fanno chiarezza e lasciano sfumare i venti deboli di discussione con la triade commissariale che intende comunque fare luce sulle responsabilità di chi ha redatto e poi deliberato, nei primi mesi dell’anno, il bilancio dell’ente.

“La comunicazione del piano di zona è arrivata a noi e alla direttrice dell’asilo – chiarisce Valeri – e a quanto pare in considerazione del bilancio del Comune appariva inevitabile tale epilogo”. In effetti l’amministrazione retta dal sindaco sospeso Cosimo Ferraioli, avrebbe dovuto, in fase di preparazione dell’esercizio finanziario, prevedere la destinazione dei fondi necessari da indirizzare all’asilo comunale “Nido di Sara” avendo contezza della scadenza del programma di finanziamento da parte degli enti preposti.

Una leggerezza che si traduce con la fine delle attività ludiche e didattiche presso la sede ubicata nella zona pedemontana.

Tuttavia, per i bambini si apriranno le porte dell’asilo nido comunale di viale Europa gestito sempre dalla cooperativa Sol.Co. Agro. Negli uffici comunali di via Cristoforo Colombo, intanto, in neo funzionario dell’unità operativa complessa, Emilio D’Antuono, sta lavorando per la preparazione del bando di gara per l’affidamento del servizio che al momento viene gestito, in regime di proroga e fino al prossimo diciassette novembre, dalla Sol.Co. Agro.

E’ obiettivo della gestione commissariale accelerare i tempi per l’amministrazione dell’asilo nido comunale evitando ulteriori proroghe onde evitare di ripercorrere il penalizzante percorso dell’anno scorso che ha innescato un contenzioso tra l’ente gestore e il Comune.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here