Angri in Movimento-Di Maio Premier: “Mcm, tutelare la qualità della vita degli angresi!”

0

 

Data la pervicacia e l’ostinazione della nostra amministrazione, nel voler avallare questo scempio travestito da riqualificazione urbanistica, ci auguriamo che almeno siano sancite le seguenti condizioni:

1) il rilascio dell’agibilita’ delle strutture private deve essere subordinata alla realizzazione e consegna (ad opera d’arte) delle strutture pubbliche; 2) il rifacimento dei sottoservizi ( in special modo su via Risi) deve essere oggetto di un progetto esecutivo dettagliato e vincolante e collegato alle condizioni di cui al punto 1); 3) i parcheggi per le auto devono essere aumentati almeno del 30/40% rispetto alla micro-dotazione attuale; 4) tutti i manufatti(pubblici e privati) dovranno essere certificati secondo protocolli ed enti indipendenti (casaclima o leed); 5) la viabilità deve avere un tracciato curvilineo e prevedere rotatorie; 6) la costruzione dei beni pubblici oggetto di convenzione deve essere garantita mediante fideiussioni con escussioni a prima richiesta; 7) il comune deve impegnarsi ad indicare le modalità di gestione dei futuri beni pubblici contestualmente alla approvazione del PUA; 8 ) tutta l’area deve essere dotata di moderni sistemi di video sorveglianza pubblica, per evitare che quella pseudo piazza centrale diventi una piazza di spaccio. 9) Prevedere la piantumazione obbligatoria (vincolata ad agibilità) per ogni 10/20 mc di volumetria di un albero a medio fusto (in aree pubbliche e private).

Se proprio bisogna fare danni, cerchiamo di tutelare quel che resta della qualità della vita degli angresi.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here