No ius soli, raccolte 650 firme. Le dichiarazioni del coordinatore Fdi Armando Lanzione

0

 

 

-Ads-

 

Riceviamo e pubblichiamo

Grande successo dell’iniziativa di sottoscrizione popolare lanciata da Fratelli d’Italia – An contro lo ius soli. La petizione a cui i militanti del partito tricolore angrese hanno aderito promuovendone domenica mattina la sottoscrizione con l’allestimento di un gazebo in Piazza Doria ha riscosso un notevole consenso tra i cittadini. In pochi giorni già più di 650 le firme in calce alla petizione, moltissime delle quali sono state apposte domenica mattina in Piazza Doria dove militanti e tesserati del Partito si sono confrontati nel merito ed hanno spiegato le ragioni della proposta di Fratelli d’Italia.

Tra i più attivi in Piazza Doria sicuramente il consigliere comunale Ivan Lanzione il quale non nasconde  tutta la sua soddisfazione: “quella dei cittadini è stata la migliore risposta alle pesanti offese di xenofobia e razzismo da parte di qualche consigliere comunale evidentemente intollerante rispetto a chi la pensa diversamente. Nel merito pensiamo che lo ius soli sia un criterio sbagliato per riconoscere la cittadinanza italiana ad uno straniero ed i cittadini sono d’accordo con la nostra petizione

Il dirigente regionale Giuseppe Ferraioli elogia invece l’ottima organizzazione dell’iniziativa rimarcando che “ad Angri il partito è costituito da un bel gruppo di persone che hanno contribuito fattivamente all’ottima riuscita dell’iniziativa

Il portavoce cittadino Armando Lanzione, che nel corso di un’intervista aveva chiesto al PD di chiedere scusa ai tanti cittadini sottoscrittori della petizione, a seguito delle gravi affermazioni rese dal proprio rappresentante consiliare Giancarlo Palmiro D’Ambrosio, avendo questi bollato come “xenofobi” “razzisti” e “squadristi” tutti coloro che sostengono la petizione contro lo ius soli,  intende soprassedere e chiudere ogni polemica sul punto: “ Mi limito a registrare che il PD non ha chiesto scusa ai tanti angresi che hanno sottoscritto la nostra petizione. Evidentemente è convinto che siano tutti xenofobi e razzisti. Tuttavia intendiamo archiviare ogni relativa polemica perché preferiamo confrontarci direttamente con i cittadini che abbiamo sempre rispettato anche quando la pensano diversamente da noi. Ringraziamo i tanti cittadini che hanno voluto sostenere la nostra petizione che continuerà in questi giorni sperando che la nostra iniziativa nazionale possa bloccare l’approvazione di una legge così ingiusta”.

comunicato stampa

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here