Piano triennale lavori pubblici: priorità a stadio, mercato e scuole

0

 

Lavori pubblici triennio 2017-2019: prevista una spesa pari a circa 19milioni di euro. Si tratta di un importo che difficilmente potrà essere reperito in bilancio vista la oggettiva difficoltà in cui versano i conti pubblici.

Il denaro, nelle intenzioni dell’amministrazione guidata dal sindaco Cosimo Ferraioli, dovrebbe provenire da finanziamenti europei, regionali o da investitori privati. Lo schema predisposto, quindi, per ora è solo sulla carta non essendo iniziata in molti casi neppure la fase progettuale. Il rischio, in assenza di risorse certe, è che le opere previste restino nel libro dei sogni.

Per quanto riguarda l’anno in corso le opere individuate riguardano l’adeguamento e la ristrutturazione dello stadio Novi (600mila euro), la delocalizzazione del mercato settimanale nell’ex scalo merci Fs (2milioni431mila euro), i lavori di collegamento stradale con il parcheggio di piazza Crocifisso (541mila euro), la riqualificazione urbana di Corso Italia (4milioni650mila euro), il completamento terzo lotto scuola elementare Terzo Circolo (900mila euro), la scala anticnedio scuola via Adriana (120mila euro).

Tra gli interventi più significativi relativamente all’anno 2018 spiccano: lavori per la manuteznone ordinaria (500mila euro), il rifacimento campo bocce villa comunale (480mila euro), i lavori efficientamento energetico di quattro scuole (2milioni710mila euro), il piano insediamento industriale (700mila euro). Infine, nel corso dell’anno 2019 dovrebbero essere realizzate opere per il risanamento funzionale e la messa a norma di un immobile in località Avagliano (990mila euro),  la sistemazione idraulica e forestale del torrente Sant’Alfonso (1milione600mila euro), un parcheggio in via Dante Alighieri (240mila euro) e una piazza in viale Europa (300mila euro).

Ovviamente sono incerte le fonti di approvvigionamento del denaro. Un aspetto non secondario che ovviamente potrebbe causare il rallentamento o addirittura la non esecuzione dei lavori previsti. Un aspetto che nel corso degli anni ha interessato anche le amministrazioni precedenti.    Pippo Della Corte

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here