Cominciamo veramente a sognare. Angri batte 1 a 0 il Real Palazzo

0

AnAngri 1927gri: altro tabù sfatato, dopo la maledizione dello stadio di Montecorvino, anche il Real Palazzo deve inchinarsi alla voglia dell’Angri di mantenere inalterate le distanze  dalla Virtus Picentini. È stata una gara. Almeno fino alla rete di Acanfora giocata a senso unico, l’Angri nella metà campo del Real Palazzo con tutti gli ospiti, sebbene si
difendessero con ordine, dietro la linea della palla. Area di rigore quindi intasata di calciatori che mai hanno lasciato il corridoio libero per le scorribande dei vari Acanfora, Loreto e soprattutto del bomber D’Antonio che ogni qualvolta riusciva a liberarsi della guardia dei suoi due mastini si trovava di fronte un estremo difensore capace di neutralizzare ogni sorta di conclusione. Addirittura è sembrata un affare personale D’Antonio-Di Filippo. Solito modulo spregiudicato per l’Angri, più attenti gli ospiti che per tutto il primo tempo non hanno fatto fare riscaldamento a De Marinis inoperoso e infreddolito almeno per 60 minuti. In grande spolvero dopo il lungo infortunio Salzano mentre Cuomo è stato presente in ogni parte del campo.  Ha fatto sentire la sua presenza Loreto sulla fascia sinistra, Ruocco e Nasta sono stati chiamati a un ruolo di routine mentre Savino e Tortora sono state due spine a centro campo. Sul fronte opposto a parte la bravura evidenziata da Di Filippo, le punte dell’Angri hanno sofferto l’asfissiante marcatura operata da De Filippo, Califano e Di Filippo P, impalpabile invece il reparto avanzato mai incisivo. Al 5’ la prima zampata di D’Antonio grande volo alla sua sinistra di Di Filippo con palla in angolo.

Al 7’ è Acanfora a provarci con l’estremo difensore che raccoglie l’applauso dei suoi. Al minuti 12 Tortora lancia Acanfora che di testa appoggia debole tra i pali. Primo e unico brivido per i padroni di casa al 14’ con Pesce che mette la palla di poco a lato. Riprende poi la spinta grigiorossa e al 33’ D’Antonio vede svanire l’opportunità del gol su tiro ravvicinato per l’intervento di istinto di piede di Di Filippo. Stessa musica nella ripresa, l’Angri ben catechizzata negli spogliatoi continua nel suo pressing convinta che prima o poi l’erro0re degli ospiti poteva scapparci. Al 55’ il tiro
ravvicinato e da buona posizione di Cuomo è debole. Al 58’ la rete liberatrice, perfetto l’assist di Cuomo per Acanfora che sottomisura trafigge il bravo estremo difensore. Sotto di un gol mister Fiore opera dei cambi mandando in campo uomini più votati all’attacco ma è troppo tardi per cambiare volto alla partita. Nonostante i bianche del Real Palazzo avessero creato una maggiore spinta, De Marinis non è stato impegnato mai severamente anzi l’Angri si riavvicina al gol con Salzano su punizione con relativa risposta positiva di Di Filippo. Inutile raccontare la gioia dei
supporters in tribuna che ora cominciano veramente a sognare.

La scheda

U.S.ANGRI: De Marinis R, Ruocco (70’ Romano), Nasta, Cuomo, De Marinis A, D’Antonio (90’ Pucci) Tortora, Savino, Acanfora (76’ Quattroventi), Salzano, Loreto. A disp: Guidone, Moscariello, Cesarano, Criscuolo. All: Coppola

REAL PALAZZO: Di Filippo U, Pinto, De Filippo, Albano (64’ Porfino), Califano U, De Filippo P, Basile, Botta, Ascoli (82’ Califano L), Pesce ( 61’ Di Filippo Pp), Leo P. A disp: Leo L, Di Benedetto. All: Fiore

Arb: Criscuolo di Torre Annunziata – Rete 58’ Acanfora – Amm. Nasta (A), Botta (RP) – Angoli 9 a 0 per Angri –      Gara giocata in notturna.

Vincenzo Vaccaro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here