Pasquale Mauri: “abbiamo risollevato la città dal baratro”

0

 

La politica non va in vacanza quest’anno ad Angri. Difatti si riaccende -anzi probabilmente non si è mai raffreddato- lo sconto politico tra opposizione e maggioranza. Il consigliere comunale Pasquale Mauri interviene in seguito alle stoccate a lui rivolte dal consigliere di maggioranza Luigi D’Antuono.

-Ads-

“Non voglio partecipare ad una polemica infinita, -afferma Mauri- ma non posso non replicare alle accuse che mi sono state rivolte perché infondate e perché gettano fango sulla mia azione amministrativa, la prima che dopo quasi dieci anni è durata l’intero quinquennio, che non ha fatto altro che risollevare la città da un baratro e gettare le basi per un risanamento senza precedenti, nonostante i problemi che abbiamo trovato in eredità. In pratica noi abbiamo seminato e lo abbiamo fatto bene, ed ora sarà compito dell’amministrazione che ci ha succeduto raccogliere. Sempre se ne avrà la capacità.”

E ancora: “D’Antuono ci ha accusato di non aver approvato il bilancio di previsione entro dicembre dello scorso anno, cosa falsa, la verità è che non vuole accettare che Ferraioli non ha fatto che criticarci per cinque anni, ma una volta andato al governo non ha posto in essere ancora nessun cambiamento. A partire dall’Angri Eco Servizi, cosa è cambiato? Proprio nulla. Per non parlare dell’affidamento fatto da un dirigente comunale alla Soget, sul quale Ferraioli ha portato avanti una battaglia politica. Allora non mi spiego perché ha nomitato di nuovo caposettore proprio lo stesso dirigente che si occupò del citato affidamento.”

L’ex sindaco Mauri, attuale leader d’opposizione, quindi, accende i riflettori su quella che, a suo avviso, è una contraddizione dell’amministrazione Ferraioli: ovvero la scelta del dirigente economico finanziario Gerardo La Mura. Mauri ricorda che il citato capo settore era lo stesso funzionario che si è occupato dell’affidamento dell’accertamento dell’evasione tributaria comunale alla Soget, atto contestato strenuamente dal sindaco Cosimo Ferraioli, quando sedeva tra i banchi della minoranza.
Maria Paola Iovino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here