Ferraioli: “Sindaco continua ad ignorare regolamenti”

0

Il Sindaco Mauri continua in ogni occasione a proclamare senza alcun ritegno, che la sua amministrazione è la migliore di sempre, è un esempio per gli altri comuni, che i comuni d’Italia (nientedimeno!) la utilizzano come riferimento per le buone pratiche amministrative, eccetera eccetera. Intanto però i fatti dimostrano esattamente il contrario, tanto che a volte ho la netta sensazione che la sua amministrazione sia impostata sui principi filosofici dell’anarchismo o del lassaiz faire economico.

Esempi se ne possono fare a iosa, ma a non voler andare troppo indietro in questi tre anni in cui, grazie a Mauri e alla sua portentosa amministrazione, la nostra vita ad Angri è cambiata da così a così, nell’ultima seduta del Consiglio Comunale, solo il 31 luglio scorso, nel ricordare al consesso che la SOGET SpA ha diffidato il Comune a rispettare i contenuti del contratto stipulato nell’ormai lontano aprile 2011 relativo al recupero dell’evasione fiscale, che tra l’altro non c’è stato, mi è sembrato opportuno evidenziare la palese violazione regolamentare rappresentata dalla nomina dell’attuale Responsabile della U.O.C. Programmazione e Risorse (tanto per capirci: il responsabile economico e finanziario) del Comune.

-Ads-

In pratica l’amministrazione Mauri nel mese di settembre del 2010 ha proposto al Consiglio Comunale, che ha approvato all’unanimità, il Regolamento di contabilità il quale all’art. 5 dispone che il responsabile del servizio finanziario di cui all'art. 151, comma 4, del D.Lgs. 267/00 si identifica con il responsabile del servizio ed è incaricato tra i dipendenti di categoria D in possesso di diploma di Laurea in Economia e Commercio ed equipollenti ovvero Laurea Specialistica appartenente ad una delle classi di Laurea Specialistica equiparate al diploma di Laurea sopraindicato, ovvero diploma di Laurea Magistrale corrispondente alle predette Lauree Specialistiche.

L’amministrazione mauriana ha proposto ed approvato il regolamento e il Sindaco, fregandosene altamente, lo ha palesemente ignorato, con un decreto di nomina di un soggetto che non ha i requisiti che lui stesso ha imposto. Più che anarchia sembra proprio schizofrenia amministrativa che la dice lunga sulle capacità amministrative del Sindaco e soprattutto sulla sua visione politica della pubblica amministrazione: qui comando io e le leggi (o i regolamenti) me le faccio da solo, oppure, se non mi fanno comodo, semplicemente le ignoro … vi ricorda qualcuno?

Con il settore economico-finanziario, Mauri è particolarmente “sfortunato”: con una media di un funzionario ogni sette mesi e mezzo circa, credo che abbia effettivamente raggiunto un record che difficilmente gli altri comuni d’Italia vorranno superare, vista la delicatezza e l’importanza del ruolo. Piuttosto viene da chiedersi quali sono le reali motivazioni di tanti defenestramenti e defezioni: da incomprensioni politiche a divergenze tecniche, certamente ad Angri la poltrona scotta più che in altri comuni, grazie alla presenza del Sindaco Mauri, capo di un’amministrazione, a suo dire, da imitare.

Qualche detrattore, di sicuro in mala fede, obietterà che in fondo si tratta di cavilli tecnici, errori burocratici o formalismi eccessivi, come se in discussione fossero dei temi di scuola media e non atti amministrativi dai quali traspare in modo chiaro la volontà dell’estensore, la trasposizione in forma cartacea di una chiara volontà politica. Mi preoccupa però, il fatto che a vigilare sull’operato del Sindaco vi sia più o meno il vuoto: mi chiedo come sia possibile che in assenza di bilancio di previsione, si continui allegramente ad impegnare somme e liquidarle, probabilmente senza rispettare il frazionamento in dodicesimi e senza che la giunta ad inizio anno abbia riconfermato le dotazioni finanziarie ai capi settori: anarchia appunto, lassaiz faire. Cosimo Ferraioli Capogruppo PD-Centrosinistra

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here