Striscioni di protesta dei “commercianti abbandonati”

0

Una visibile forma di protesta messa in atto dai “commercianti angresi abbandonati” ha animato la mattinata nella cittadina doriana. Con due striscioni, collocati nel parcheggio delle ex Mcm, il gruppo di venditori ha inteso esprimere l’assoluto disappunto nei confronti del governo cittadino e delle principali associazioni di categoria, Confesercenti e Confcommercio, tacciate di “fare culo e camicia con l’amministrazione comunale” piuttosto che tutelare gli interessi dei commercianti locali.

Un grido d’allarme figlio della dilagante e crescente insoddisfazione della comunità doriana che travolge anche gli esercenti locali indeboliti dalle soluzioni tampone e da inconsistenti proclami prodotti dall’amministrazione comunale.

-Ads-

La chiusura dell’area parcheggio dell’ex Mcm ha fatto esplodere l’insoddisfazione dei negozianti “abbandonati” delle vie: zurlo, Da Procida, Risi, de Pascale, Risi, Incoronati e di Via di Mezzo che esortano “Il sindaco di Angri a metter da parte le beghe personali e di fare gli interessi dei cittadini, vista la disponibilità del proprietario del suolo di aprire il parcheggio ex area MCM, visto il momento storico di crisi, che eviterebbe la chiusura per fallimento di parecchi esercizi commerciali”.

I cancelli dell’area parcheggio, di proprietà del gruppo AR, in mattinata sono rimasti aperti consentendo a decine di cittadini di parcheggiare le auto gratutitamente e raggiungere i diversi esercizi commerciali ubicati nel centro cittadino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here