Spot promozionale, infuriano le polemiche

0

Il Comune commissiona ad una società di produzione un video promozionale sulla città di Angri in onda sulla piattaforma Sky, ma è polemica sui tremila euro spesi. In questi giorni, la città di Angri viene raccontata sugli schermi televisivi da "Family Life srl", un centro di produzione televisivo ubicato ad Atella, in provincia di Potenza. Il centro cura settimanalmente una serie di documentari, dal titolo "Piccola Grande Italia", mirato "alla valorizzazione dell'Italia minore", ovvero di quei luoghi meno conosciuti ma non per questo meno suggestivi ed affascinanti dal punto di vista artistico, "attraverso la realizzazione di un reportage nel quale viene trattata la storia del territorio, i servizi offerti, gli obiettivi futuri evidenziando i maggiori eventi organizzati dall'Ente".

Questa settimana, in un video di circa dodici minuti, si racconta a grandi linee Angri con i suoi monumenti e con interventi del sindaco Pasquale Mauri e degli assessori alle finanze Giacomo Sorrentino ed alle politiche sociali Annamaria Russo, che hanno illustrato la vocazione agricola ed industriale della città e le sue bellezze, come il Castello Doria, Piazza San Giovanni con l'omonima Collegiata dedicata al Santo Patrono, la chiesa dei sette dormienti in via di Mezzo e gli esempi di arte catalana in via Marconi.

-Ads-

L'episodio è andato lunedì sera su due canali del bouquet Sky ed uno del digitale terrestre, cui seguiranno alcune repliche nei prossimi giorni.

Le riprese del documentario sono state effettuate nel mese di ottobre scorso, in concomitanza con la manifestazione "Spettri al Castello", che a dispetto dell'ottima riuscita (circa un migliaio di alunni in visita al Castello per la rappresentazione delle scene di vita medievale) suscitò non poche polemiche per i diciottomila euro impegnati dall'Amministrazione comunale.

La realizzazione del documentario è costata tremila euro, impegnati con una determina del settore "Promozione Socio-Culturale". Oltre all'emissione televisiva, il video è stato postato lo scorso 10 gennaio su youtube, e ad oggi ha registrato 762 visualizzazioni.

"Più che un documentario di promozione sul territorio, mi è sembrato uno spot di promozione dell'Amministrazione comunale con soldi pubblici -tuona il capogruppo del Pd, Cosimo Ferraioli- Francamente, non capisco il senso di questa come di altre iniziative estemporanee. Quest'Amministrazione opera senza uno straccio di programmazione, il suo grosso limite è che agisce per approssimazione ed i risultati sono ben visibili…".

"Abbiamo ritenuto che questo documentario sia un ottimo veicolo per valorizzare le bellezze di Angri -ammette il sindaco Pasquale Mauri- e gli eventi che stiamo organizzando di concerto con le associazioni di categoria dei commercianti, al fine di stimolare l'economia cittadina. Sono anni che operiamo in questa direzione, delineata tra l'altro nel nostro programma elettorale. Non è la prima volta che veniamo accusati per aver organizzato iniziative ed eventi che servono a promuovere la città di Angri in Campania ed in Italia, ma siamo convinti di operare bene e proseguiremo sulla strada tracciata".   Francesco Rossi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here