Cinquanta milioni per le opere pubbliche ma quante ne saranno realizzate?

0

Cinquanta milioni di euro circa per la realizzazione di opere pubbliche tra il 2013 e il 2015. È quanto previsto dall’amministrazione comunale. Denaro non frutto solo di proventi comunali. Si tratta comunque di una programmazione faraonica che nelle intenzioni del Municipio dovrebbe garantire una riqualificazione urbana.

La delega ai lavori pubblici e quella all’urbanistica sono trattenute ad interim dal sindaco Pasquale Mauri. Occorrerà verificare se quanto programmato riuscirà a trovare poi concreta applicazione. Un’impresa non semplice. Per l’anno nuovo previste uscite per circa 2 milioni 800mila euro.

-Ads-

Denaro destinato per la gran parte a interventi nel quartiere 167: una piazza in viale Europa (300 mila euro), completamento palestra via Da Vinci (370 mila euro), sistemazione strade quartiere (999 mila uero).

Poco più di 500 mila euro saranno, invece, destinati alla riqualificazione del bacino del fiume Sarno e 600 mila per la manutenzione delle strade comunali e illuminazione.

È il 2014, però, l’anno che dovrebbe garantire l’arrivo di un fiume di denaro, a patto che le opere previste vengano finanziate dalla Regione Campania con fondi comunitari.

Per la riqualificazione urbana di via Cervinia, piazza Annunziata e Corso Italia sono previsti 19 milioni e 800 mila euro, nel quartiere Ardinghi dovrebbero avvenire invece opere finalizzate alla realizzazione di alloggi a canone sostenibile per 7 milioni e 500 mila euro, per una nuova piazza in via Madonna delle Grazie con parcheggio previsti 700 mila euro. Infine, circa 2 milioni e 600 mila euro per nuove strade e manutenzione di quelle esistenti.

La ristrutturazione di un immobile con annesso bocciofilo costerà 735mila euro. Anche il 2015 è fitto di lavori in programma. In questo caso la spesa complessiva supera di poco i 15milioni di euro. Nuovi loculi cimiteriali, adeguamento di strade e viadotti, parcheggi, palestre. Un triennio, quindi, che si annuncia particolarmente ricco di iniziative che potrebbero cambiare il volto della città. Naturalmente si tratta di capire quante di queste opere verranno realizzate.   Pippo Della Corte

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here