Otto associazioni unite per combattere il rischio amianto

0

Otto sono le associazioni angresi che si sono unite per un unico grande obiettivo, ovvero chiedere all’amministrazione comunale il censimento obbligatorio dell’amianto. Le associazioni sono: Aria Nuova, Avanguardia, Giovane Italia Angri, Noi con l’Italia, Nova Luce, Panacea, Radicali Salerno, Officina delle Idee.

Dopo vari appelli di singoli gruppi o di associazioni angresi, e dopo le istanze protocollate in data 20/11/2012 da Avanguardia, e in data 26/11/2012 da Noi con l’Italia, sia il sindaco di Angri Pasquale Mauri, sia l’amministrazione da lui guidata, sia i consiglieri di maggioranza non solo non hanno preso a cuore il problema, ma non si sono degnati nemmeno di dare un risposta, segno di un inaccettabile disinteresse sull’argomento. Ora basta, le otto associazioni si uniscono per far sentire la loro voce, su uno degli argomenti più importanti per la salute pubblica della nostra città: il pericolo amianto!

-Ads-

Le associazioni, deluse dal comportamento di superficialità sul rischio che potrebbe colpire gli abitanti di Angri, che per anni hanno convissuto nella stessa zona in cui è presente la fibra di amianto rovinata e fortemente cancerogena, propongono, utilizzando per la prima volta gli strumenti di partecipazione popolare, previsti dai regolamenti comunali, al Consiglio Comunale di Angri di esprimere formale indirizzo, affinché il Sindaco emani una specifica ordinanza per avviare il censimento obbligatorio dell’amianto, come misura preliminare e propedeutica ad assumere iniziative concrete a salvaguardia del diritto della salute dei cittadini.

Con quest’iniziativa le associazioni propongono anche l’inserimento, tra gli obiettivi prioritari dell’amministrazione comunale, della riduzione del rischio da amianto, nonché, quindi, lo stanziamento, nel bilancio di previsione 2013, di un importo minimo per garantire almeno gli interventi urgenti di bonifica, con l’impegno ad aumentare l’importo qualora i risultati del censimento obbligatorio dell’amianto lo renda necessario.

Quest’istituto di democrazia diretta, utilizzato dalle associazioni Aria Nuova, Avanguardia, Giovane Italia Angri, Noi con l’Italia, Nova Luce, Panacea, Radicali Salerno, ed Officina delle Idee, potrebbe essere il primo passo per inaugurare una nuova visione della partecipazione alla vita pubblica, fatto di proposte e di idee costruttive per la comunità territoriale di riferimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here