Città di Angri, al “Novi” arriva la Palmese

0

Torna in campo allo stadio “Novi”, (sabato tre novembre fischio d’inizio 14.30) la Città di Angri che dopo l’inatteso stop di Cicciano, gara non giocata per impraticabilità di campo, affronterà sul campo amico la Palmese, formazione coriacea allenata da Mazziotti. Il tecnico angrese, Enzo Criscuolo, dovrà rinunciare a quattro calciatori fondamentali nello scacchiere tattico grigiorosso.

Correale e Rodio non hanno scontato il turno di squalifica la scorsa settimana e pertanto dovranno assistere da spettatori alla gara dei compagni. I tempi di recupero di Falcone si sono allungati a causa di un peggioramento delle fasce muscolari e il rientro dell’attaccante potrebbe slittare ancora di qualche settimana.

-Ads-

Fuori dal match anche il capitano Amrante che in settimana ha provato a forzare ma il dolore al piede è ancora forte e in via precauzionale lo staff medico ha deciso di tenerlo ancora lontano dal campo di gioco.

Piena emergenza che il tecnico Criscuolo cercherà di arginare con l’inserimento di qualche giovane della rosa e con l’impiego dal primo minuto del centrocampista Angelo Somma che sta ritrovando la necessaria condizione atletica. Abile e arruolabile anche il baby attaccante Giammetta che dopo qualche turno di riposo forzato sarà nuovamente a disposizione della squadra.

“Affronteremo una delle migliori squadre della categoria – afferma il direttore generale Ciro Francese – i rossoneri hanno dimostrato di avere la giusta cattiveria agonistica oltre a possedere un potenziale offensivo di prima fascia, da parte nostra, però, c’è tutta la volontà di riprendere il cammino interrotto quindici giorni fa nella gara persa con l’Atri”. Il diggì angrese ripone fiducia nell’organico grigiorosso nonostante le importanti defezioni.

“Credo che chi scenderà in campo profonderà il massimo impegno a dispetto del nome o della carriera – commenta Francese – forse pagheremo qualcosa in termini di esperienza ma la voglia e la determinazione dei giovani possono fare la differenza”.  Area Comunicazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here