Città di Angri, poker al Nusco-Lioni nella gara di coppa Italia

0

CITTA’ DI ANGRI: Inserra, Montuoro (23’ st Schiavone), Mainardi, Criscuoli (21’ st De Prisco A.), Amarante, Correale, Rodio (10’ st Paolino), De Prisco E., Giammetta, Montella, D’Ambrosio. A disposizione: Bracciante, Della Femina, D’Antonio, Santaniello. Allenatore: Criscuolo.

NUSCO LIONI: Tomeo, Pisapia, Sansone, Squarciafico (1’ st De Paolis), Bosco, Sepe, Capuano, Masullo (1’st Cela), Fondaco, Russomando, Torsiello (29’ st Cuozzo). A disposizione: Di Benedetto, Maio, Di Sapio. Allenatore: Sicuranza (in panchina Carbone). ARBITRO: Artefice di Frattamaggiore.

-Ads-

RETI: 35’ pt ( r) e 42’ pt Montella, 45’ pt Correale, 15’ st Giammetta.

NOTE: terreno di gioco in pessime condizioni. Ammoniti: Tomeo, Russomando, Sepe e Montella. Recupero: 2’pt, 3’st.

Angri – Il Città di Angri ipoteca il passaggio di turno in coppa Italia nonostante il tecnico angrese, Enzo Criscuolo, abbia optato per una formazione infarcita di giovani leve e con i soli Amarante, schierato difensore centrale, Correale e Rodio a timbrare il cartellino nel match infrasettimanale. La prima mezz’ora di gioco non offre spunti di interesse con i padroni di casa che apportano una variante al gioco, a causa delle pessime condizioni in cui versa il rettangolo di gioco del Novi, prediligendo il lancio lungo piuttosto che imbastire le solite trame di gioco fondate sulla velocità, impraticabili per il fondo sconnesso e gibboso del campo.

La prima azione pericolosa dei grigiorossi arriva al 33’ con Montella che si libera in area del marcatore ma calcia sull’esterno della rete. Centoventi secondi più tardi l’attaccante angrese è lanciato a rete da Rodio e viene steso in piena area da Tomeo che provoca il penalty realizzato dal “puntero” angrese.

Il Città di Angri affonda i colpi e al 42’ Montella firma il raddoppio grazie ad una giocata caparbia del baby D’Ambrosio, classe ’96, che recupera un pallone sul vertice alto dell’area irpina e concede il bis a Montella. Prima dell’intervallo i grigiorossi centrano ancora il bersaglio al 45esimo grazie alla rete di Correale abile ad inserirsi tra le maglie della difesa ospite e spedire in fondo al sacco il 3-0.

Nella seconda frazione di gioco i doriani tirano i remi in barca ma calano il poker grazie alla rete del diciasettenne Giammetta che finalizza uno schema su calcio di punizione battuto da Rodio. Prima del triplice fischio c’è tempo per annotare un altro rigore per il Città di Angri, per fallo commesso su Giammetta, ma dagli undici metri Amarante manda la sfera ad infrangersi sul montante alla destra di Tomeo, prodigioso anche sulla ribattuta di Correale.    Area Comunicazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here