United Sporting brindisi di coppa, battuto l’Intercasali (2-0)

0

U.S.ANGRI: Mataluna, De Bellis, Sandrigo, Poziello, Peluso, Vitagliano, Gorrasi, Romano (88’ Langella), Ianniello (83’ Aurucci), Auletta (63’ De Martino), Magliano, A disp: Sperandeo, D’Andretta, Memoli, Polichetti. All. Romano

INTERCASALI 2005: Lamberti, Lotto, Vigilante, Cavallo, Sabatino, Basso, Ruggiero, De Santis (76’ Falcone), Elia, Liotti, Sorrentino (60’Fortunato). A disp: Di Muro G, Califri, Nobile, Mele. All. Di Muro M.

-Ads-

Arb: Palladino di Nola Reti: 69’ De Martino, 86’ Gorrasi

L’Angri di coppa, a differenza del campionato dove manca ancora l’acuto, va a gonfie vele, si aggiudica il primo match dei sedicesimi di coppa Italia mettendo una seria ipoteca per la gara di ritorno. La partita di coppa, dopo i mancati successi di campionato aveva assunto molteplici significati, come dare una scossa all’ambiente, rivedere le posizioni in campo, rinnovarsi tatticamente. La gara quindi con il coriaceo Intercasali, per niente disposta a fare da sparring partner, è giunta a proposito, l’Angri ha ripreso confidenza con il gol e la vittoria pur se deve ancora lavorare molto per registrare al meglio le intese tra i reparti e proporre un gioco divertente.

La squadra ospite ha saputo contrastare i padroni di casa tenendoli, almeno per i primi quarantacinque minuti, lontani dalla propria porta. Mister Romano ha per l’occasione provato a mischiare le carte rispetto alla sconfitta della scorsa domenica, ha innestato in difesa Poziello rientrato dopo l’infortunio che accanto a Peluso ha dato ordine in quel reparto troppo sotto il tiro degli avversari. A centro campo ha preferito Auletta mentre Vitagliano è andato a posizionarsi appena davanti ai propri difensori. In attacco il solito Gorrasi sostenuto da Ianniello. Mister Di Muro dell’Intercasali, invece, ha tentato la carta dei contropiedi per sorprendere i padroni di casa, contropiedi che puntualmente si sono infranti davanti al duo Peluso-Poziello mentre ha creato un muro davanti all’estremo Lamberti.

Una disposizione tattica rivelatasi speculare se si considera la buona occasione colta al 5’ con un appoggio dal fondo di Sorrentino per Elia che è stato stoppato da Poziello. Poi il gioco si è insabbiato a metà campo quindi a soffrirne è stato lo spettacolo ed ha prodotto poche emozioni. A risvegliare il pubblico amico ci pensa Auletta al 21’ che da sinistra libera Gorrasi con conclusione intercettata dalla difesa. Ancora Auletta in evidenza al 14’ si procura una punizione dal limite che Romano conclude fuori. Al 36’ una ghiotta occasione, Ianniello scarica su Vitagliano che di prima mette alto.

Nel secondo tempo l’Angri si ripresenta più convinta delle proprie possibilità puntando più sulle fasce laterali da dove con Sandrigo e De Bellis sono partiti i suggerimenti per l’area di rigore avversaria. I frutti si vedono già al 49’ con Gorrasi che entra in area concludendo sulla difesa, al 51’ Auletta di prima serve Ianniello, assist per Gorrasi ancora alto di poco.

La porta sembra stregata, le conclusione grigiorosse si intensificano senza risultato positivo. La situazione si sblocca al 69’: ennesima sgroppata sulla fascia sinistra di Sandrigo, si libera Ianniello, passaggio a De Martino che insacca. Al 73’ il direttore di gara assegna la massima punizione all’Intercasali poi dopo le proteste angresi si consulta con il collaboratore di linea assegnando così la rimessa dal fondo. Il raddoppio arriva all’86’ azione da manuale di De Bellis, cross di Romano e Gorrasi tutto solo chiude la partita.

A fine gara così dice mister Romano: “La squadra era contratta, tutti avevano paura di sbagliare dopo i risultati negativi. Anche una partita che sulla carta può sembrare facile, si può complicare. Un plauso ai ragazzi per l’impegno, credo che questo risultato sia importante per il turno successivo; era fondamentale non prendere gol in casa. Abbiamo anche cambiato l’assetto tattico facendo riposare qualche elemento, visto che in questa settimana tra partite ed altro non possiamo fare un allenamento adeguato. Sono contento, conclude il mister, per il rientro di Poziello, un tassello importante per questa squadra e che ha messo nelle gambe un po’ di minuti. Andremo a giocarci la partita della vita a Torrecuso”. Vincenzo Vaccaro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here