Ferraioli (Pd): “tagliati investimenti per oltre due milioni di euro”

0

Riceviamo e pubblichiamo – L’ultima seduta del consiglio comunale, tenutasi (volutamente?) a poche ore da Italia – Germania, ci ha lasciato una serie di certezze e qualche dubbio di troppo. La prima certezza è che nessun consigliere comunale di maggioranza ha ritenuto utile o opportuno esprimere le proprie considerazioni sulla proposta di Bilancio: evidentemente, il bilancio per loro era perfetto (???), anche se tra l’altro prevedeva, certamente, la mancata realizzazione dei lavori di rifacimento del Ponte di Via delle Fontane. Chi dobbiamo ringraziare per questa “splendida” certezza?

Di sicuro, il sindaco e l’ex assessore provinciale Squillante. Il primo per aver dilapidato in altre spese il “tesoretto” lasciatogli dal tanto vituperato Commissario Pezzuto, pari ad 1,4 milioni di euro, derivanti dalla vendita dell’ex mercato di Via Fontane (ironia della sorte) e, inoltre, per essersi fatto bocciare per “carenza documentale” il progetto per il finanziamento dei lavori, per altri 1,5 milioni di euro dalla Regione Campania.

Complimenti! Il secondo perché, nonostante sia stato per alcuni anni assessore provinciale al bilancio, non è riuscito (o non ha voluto?) finanziare l’opera, che peraltro è ancora di competenza della provincia di Salerno. Complimenti anche a lui! Sempre in tema di opere pubbliche, grazie al nostro Sindaco, che tanto vuole bene ad Angri, ci è stata data un’altra certezza: sono stati depennati, tagliati, eliminati altri 2,35 milioni di euro di investimenti, per cui non si faranno più i seguenti lavori:

– Completamento al terzo livello della Scuola elementare di Via Adriana: 350.000 euro;

– Completamento Palestra di Via L. Da Vinci: 370.000 euro;

– Completamento scuola media statale di Via Stabia: 390.000 euro;

– Realizzazione piste ciclabili: 340.000 euro;

– Costruzione parcheggio in Via D’Amelio (ex Via Madonna delle Grazie – proprietà Montefusco): 900.000 euro.

Un bel po’ di lavori in meno, non c’è che dire. Alcuni sono indispensabili, ad esempio quelli di completamento delle scuole, altri sono meno indispensabili, forse procrastinabili, ma certo non inutili. Allora perché toglierli dal bilancio? Beh, per mancanza di fondi, certo. O meglio per garantire il rispetto di alcuni parametri normativi, eccetera eccetera. Ma non è l’amministrazione che decide la priorità delle opere da eseguire?

E se il Piano prevede una serie di opere per milioni di euro, non è forse prioritario completare edifici già iniziati, per di più edifici scolastici, che costano, in tutto, poco più di un milione di euro? Mah… Si vede che il troppo amore per … Angri rende ciechi! Per restare in tema di certezze, fa piacere sapere che si risparmieranno 75.000 di compensi (?) per la redazione del PUC, ma è altrettanto certo che si spenderanno 60.000 euro per la seguente voce: Variante urbanistica al piano regolatore generale.

Già, proprio così: variante. Dunque, se ho ben capito (anche perché non ho avuto risposte in consiglio comunale) qualcuno (?) ha deciso di stanziare 60.000 euro in bilancio per la redazione di una variante al PRG da redigersi, presumibilmente, contemporaneamente al PUC. Con buona pace della Consulta, della Partecipazione e, soprattutto, della programmazione…. E’ altrettanto certo lo stanziamento di 40.000 euro per la seguente voce: redazione piano del traffico.

Ora, poiché non sono state pubblicate deliberazioni di Giunta comunale dalle quali si possa rilevare la volontà dell’amministrazione di dotare il Comune di un Piano del Traffico, c’è da pensare che qualcuno (lo stesso di prima?) si sia svegliato una mattina ed ha deciso che era giunto il momento di prevedere questa spesa per il Piano del Traffico, stando, però, ben attento a non superare il limite previsto per gli affidamenti diretti o fiduciari. Anche i dubbi sono tanti; il principale è di carattere politico: ma questa amministrazione è di centro o di centro destra?

No, perché, mi è sembrato di capire, dalle dichiarazioni fatte dal sindaco in consiglio, che l’asse politico si è spostato ancora più a destra, visto che i consiglieri presenti del PdL si sono astenuti in sede di votazione del bilancio. Il sindaco ha elogiato il comportamento responsabile dei tre e stigmatizzato quello dei consiglieri che hanno votato contro e che, nella logica del Sindaco, per il solo fatto che stanno all’opposizione, non vogliono il bene della città.

Ovviamente, nei tantissimi anni in cui lui è stato all’opposizione, teorizzava esattamente il contrario. Ma si sa, i politicanti dicono ciò che al momento gli fa più comodo. Solo che questo Paese di responsabili che poi, previa adeguata contropartita, fanno il salto della quaglia in maggioranza, ne ha già visti fin troppi. Cosimo Ferraioli Capogruppo consiliare PD-Centrosinistra

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here