Scoppa e Milo su “Angri si racconta”

0

Con preghiera di darne pubblicazione. “AEDI, RAPSODI E CANTASTORIE” Storie di ruggini e rancori Ennesimo attacco furioso per cercare, a tutti i costi, di sminuire e di polemizzare sull’operato della giunta. Con deliberazione di giunta Comunale n°262 del 13/09/2011 è stato approvato il progetto “Angri si racconta” proposto da due società con le competenze giuste e necessarie per l’attuazione di questo tipo di manifestazioni. Competenze specifiche per quel tipo di manifestazione, che non consentono l’affidamento in modo generico ad una piuttosto che ad un’ altra Associazione, Società o Ente. La manifestazione ha già avuto un forte riverbero mediatico, essendo già stata annunciata dal TG regionale di RAI 3. Inoltre, le stesse società hanno concretizzato simili manifestazioni presso Castel dell’Ovo a Napoli, ottenendo un enorme successo. Una simile iniziativa è perfettamente in linea con il programma elettorale proposto alla cittadinanza dall’attuale coalizione alla scorsa competizione elettorale: “ …..… Valorizzazione del Castello Doria al fine di attirare pubblico dai paesi limitrofi, e di vivacizzare l’economia del paese ….…..… ”, in altre parole evitare che Angri diventi una città dormitorio! Gli sprechi? La delibera di giunta tanto aggredita a soli scopi demagogici, per attirare dissenso nei confronti dell’attuale governo cittadino, o meglio, nei confronti del Sindaco, indica l’importo di € 4.300,00 maggiorata dell’imposta sul valore aggiunto pari al 21%, per un totale di € 5.203,00. E’ questo l’esatto corrispettivo che verrà corrisposto alle due società che erogheranno la prestazione al Comune di Angri. Altre spese sono state inserite in questa delibera per mera opportunità. Si tratta di spese di natura durevole, ad esempio le spese per l’assicurazione di responsabilità civile verso terzi che assicura la struttura anche per quando viene locata da terzi utilizzatori, e spese di pulizia che avranno un importo minimo e comunque necessarie per assicurare decoro al Castello. Pertanto i 17.000,00 euro rappresentano il tetto massimo da non superare, e non una cifra esatta che sarà spesa per la sola manifestazione, come qualcuno, il solito qualcuno, ha tentato di far sapere. Cerchiamo tutti di collaborare, mettendo da parte le ruggini ed i rancori, al fine di portare tranquillità ed entusiasmo tra la gente. Esorcizziamo gli odi ed i rancori personali, le porte del Comune sono aperte a proposte nuove, costruttive e benefiche per la collettività. Accorrete numerosi alla manifestazione, vivacizziamo Angri e viviamola ancora più intensamente, proprio come quando andiamo in altre città a cui Angri, la nostra amata Angri, non ha nulla da invidiare! I consiglieri Scoppa Alfonso e Milo Alberto.

-Ads-

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here