Mauri replica a Ferraioli

0

Spettabile redazione, segue risposta del Sindaco di Angri Pasquale Mauri alla lettera del consigliere Ferraioli. Con preghiera di pubblicazione. Resto allibito dal tono aggressivo e dai contenuti della lettera di Ferraioli. Appena due giorni fa il capogruppo del PD si diceva d'accordo con il segretario del suo partito sulla necessità di un dialogo con la maggioranza e sulla scelta di fare un'opposizione costruttiva. Debbo purtroppo constatare che Ferraioli ha già smentito se stesso, rivolgendomi una lettera carica di livore e dal contenuto paradossale. In primo luogo, io e la maggioranza abbiamo dato una svolta organizzativa al Comune di Angri, è evidente, lo sa chiunque lavori al Municipio o venga al Comune per fruire dei servizi.

E lo sanno anche i consiglieri comunali che partecipano alle Commissioni. Abbiamo dato una svolta, ma non abbiamo certo completato l'opera, nessuno s'è mai sognato di dirlo. Se durante alcuni periodi dell'anno accadono piccoli incidenti, sui quali sicuramente va fatta un'analisi per porvi rimedio, non significa certo che siamo tornati ai tempi bui in cui vigeva l'anarchia nelle stanze di Piazza Crocifisso, per dodici mesi l'anno. In secondo luogo, il capogruppo del PD mi accusa, o meglio mi ringrazia ironicamente, per non aver preso alcun provvedimento sulla questione rifiuti. Sa benissimo invece che non solo ho preso molti provvedimenti in materia, ma ne ho presi anche alcuni gravidi di responsabilità. L'ho fatto senza timore, sapendo di fare il mio dovere per il benessere della mia comunità, che tra l'altro si apprestava a festeggiare San Giovanni.

-Ads-

In consiglio comunale ho ricevuto anche la solidarietà politica dell'opposizione, ma in una notte di mezza estate l'ingegnere Ferraioli ha deciso di rimangiarsi tutto. Ma è soprattutto questa frase che più di tutto mi amareggia e mi dà il senso della sua statura politica: "resterai nella storia per essere stato il Sindaco che ha celebrato i funerali della gloriosa squadra grigiorossa". Questa dichiarazione è vergognosa!

Strumentalizzare la mancata iscrizione dell'US Angri 1927 per fini politici particolari è indegno. Cavalcare la delusione dei tifosi per racimolare consenso, o meglio per toglierlo al Sindaco, è un'azione che mai mi sarei aspettato. Proprio da Ferraioli, che a differenza mia, che ho sempre contribuito all'iscrizione della squadra anche quando non ero candidato, si è ricordato del calcio cittadino solo quando era tutto finito, giusto in tempo per formulare le sue condoglianze. Proprio Ferraioli, che dovrebbe rappresentare una cultura politica che, in un momento di crisi economica, si dà delle priorità (come il lavoro, l'emergenza rifiuti, le misure per affrontare le riduzioni dei trasferimenti agli enti locali senza tagliare i servizi pubblici), invece di farsi tentare da facili populismi. Una cultura che non chiederebbe mai al Sindaco di una città di andare a supplicare dagli imprenditori locali finanziamenti a fondo perduto per il pallone.

Una cultura ormai totalmente estranea all'azione politica di Ferraioli, che non sa più cosa inventarsi per togliersi lo sfizio di addossare alla nostra amministrazione responsabilità che non ha. Prego, Ferraioli! Perché se fossi egoista mi rallegrerei di questo tuo modo di fare opposizione. Ma ho troppo a cuore gli interessi della città, e continuo a sognare un'opposizione che faccia proposte, e che si comporti in modo responsabile dinanzi agli enormi problemi che la nostra comunità deve affrontare. Pasquale Mauri Sindaco di Angri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here