Grazie sindaco, Ferraioli puntualizza

0

Riceviamo e pubblichiamo – Grazie, Sindaco! Grazie, Sindaco, per aver dato una grande svolta organizzativa al Comune di Angri: da quando ci sei tu tutto funziona perfettamente, meglio che in Svizzera; i tuoi metodi, molto decisi e risoluti, hanno determinato una grande responsabilizzazione sia nei funzionari che nei dipendenti. Se qualche volta si sbagliano le procedure, si approva qualche delibera illegittima o si fa qualche brutta figura, basta far finta di niente e, il giorno dopo, ritornare a cantare la solita canzone: “ Come me, non c’è nessuno!”. Anche ieri mattina, giovedì 14 luglio, in fondo che cosa è successo?

Niente! Decine e decine di nostri arrabbiati concittadini che avevano la pretesa di voler entrare al Cimitero, i cancelli sbarrati, il sole già cocente di una delle giornate tra le più calde, il detentore delle chiavi partito per le ferie senza che nessuno pensasse alla sostituzione, un fabbro, che arrivato dopo un po’ di tempo, taglia le catene metalliche e…. tutto si è risolto! Domani è un altro giorno……

-Ads-

Grazie, Sindaco anche per permettere ai nostri concittadini (da sempre caratterizzati da un profondo culto per i propri defunti e che, per questo motivo frequentano numerosi il Cimitero) di non essere soli con i propri morti, ma di usufruire della compagnia di abbondanti cumuli di rifiuti, da giorni ammucchiati senza differenziazione e, con questo caldo, ancor più profumati. In un luogo chiuso e ben delimitato, non dovrebbe essere facile attuare la raccolta differenziata?

Nel passato, Amministrazioni ritenute inefficienti dall’allora capo dell’opposizione, Pasquale Mauri, avevano comunque il coraggio di prendere provvedimenti, anche impopolari ( vedi divieto di introdurre i fiori nel Cimitero durante il periodo estivo); quest’ Amministrazione, tanto brava a far chiacchiere, nonostante la grave e perdurante crisi dei rifiuti, non è stata in grado, ad oggi, di prendere neppure un provvedimento.

Grazie, Sindaco infine, a proposito di decessi, per aver assistito, indifferente e distaccato, all’agonia e alla morte dell’ U.S. Angri 1927: nessun incontro organizzato, nessuna iniziativa assunta, dando l’impressione ,quasi, di essere contento per avere in futuro qualche problema in meno. E’ vero che salvare l’U. S. Angri 1927 era una impresa difficile, ma a risolvere i problemi facili ci riescono tutti; il fatto grave è che non ci hai neppure provato, non hai mosso neppure un dito, non hai spesso neppure una parola, mentre nel periodo preelettorale, e anche dopo, di belle parole e di promesse ne sono state sparate tante. O ricordo male ? Comunque, una certezza ora c’è : resterai nella storia per essere stato il Sindaco che ha celebrato i funerali della gloriosa squadra grigiorossa!    Cosimo Ferraioli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here