Salviamola! Quota raggiunta ma l’US Angri 1927 non ha futuro!

0

E’ stato vano il tentativo, disperato, di salvare l’US Angri 1927!!! Nonostante l’impegno, i sacrifici e le adesioni di alcuni cittadini angresi, l’obiettivo non è stato raggiunto poiché sono venute a mancare le condizioni economiche per supportare la gestione della compagine del cavallino rampante nel corso della stagione sportiva.

Grazie all’opera di sensibilizzazione, partita dalle pagine di questo portale, e all’interesse di alcuni cittadini angresi, la sottoscrizione per procedere al pagamento dell’iscrizione è andata a buon fine mettendo insieme, nell’arco di settantadue ore, quasi ventunomila euro!

-Ads-

Mi preme ringraziare quanti hanno accolto il nostro invito e hanno fatto il possibile per tenere in vita ottantaquattro anni di storia del calcio grigiorosso. Il gruppo di imprenditori che avrebbe dovuto rilevare la società grigiorossa si è disimpegnato!

Tuttavia, venendo a mancare l’apporto della potenziale compagine dirigenziale e non avendo ricevuto da nessuno alcuna garanzia sul futuro societario dell’US Angri 1927, è stato deciso di non procedere al ritiro delle somme di denaro garantite dai sottoscrittori all’iniziativa che aveva come unico scopo quello di mettere insieme la quota necessaria per l’iscrizione al campionato fornendo un fattivo apporto al gruppo di imprenditori che aveva manifestato interesse nei confronti del sodalizio doriano.

Un ringraziamento personale devo rivolgerlo a: Arturo e Massimiliano Sorrentino, Nicola Loreto, Massimo Giordano, Alfonso Scoppa, Pasquale Mauri, Cosimo Ferraioli, Nicola Tortora, Antonio Squillante, Alfonso Conte, Rosario Somma, Mimmo Battipaglia, Enzo Criscuolo, Alfonso Longobardi, Saverio Orlando, Francesco Rossi, Ferdinando Elefante, Aniello Pepe, Aniello Cerchia, e Salvatore Amato!

A tutti un immenso grazie per essersi impegnati, secondo le proprie possibilità, per iscrivere l’US Angri 1927 al campionato di serie D.

Tutti potremmo essere orgogliosi di aver fatto il possibile, ma anche l’impossibile, per la nostra città e per vedere ancora correre il cavallino rampante su un campo di calcio.

Grazie di cuore… luigi d’antuono

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here