Stadio Novi, urgono lavori per manto erboso e sala stampa

0

La sistemazione del terreno di gioco rappresenta la priorità nella scala di interventi che devono interessare lo stadio “Pasquale Novi”. Il primo e unico impianto cittadino, in grado di ospitare competizioni ufficiali all’aperto, versa in condizioni precarie e dovrà essere oggetto di urgenti lavori di riqualificazione.

Il manto erboso di qualche anno fa resta uno sbiadito ricordo e il terreno di gioco è ridotto in pessime condizioni tali da mettere a repentaglio l’incolumità fisica degli atleti. Calciatori e tecnici delle compagini che hanno utilizzato l’impianto nella passata stagione sportiva hanno sottolineato la pericolosità del campo di gioco gibboso e con ampie zone dove l’erba è inesistente.

-Ads-

Occorre un intervento definitivo e tempestivo per consentire alle compagini calcistiche che rappresentano la nostra città di poter usufruire di una struttura dignitosa e regolare. L’area degli spogliatoi è stata recentemente ristrutturata e nell’immediato non sembra necessitare di particolari interventi salvo qualche indispensabile lavoro di ordinaria amministrazione che dovrà interessare i servizi igienici e le docce.

Il governo cittadino dovrà dotare lo stadio “Novi” di una tribuna stampa che dovrà garantire ospitalità ai cronisti locali ma soprattutto agli operatori dell’informazione provenienti dalle altre città. L’attuale balaustra, costruita sotto la gestione commissariale, è posta nella zona che ospita il cuore pulsante della tifoseria angrese. Ubicare la tribuna stampa (?), nel cuore delle tifoseria si è rivelata una scelta sciagurata da parte dei tecnici comunali, ignari delle esigenze degli operatori dell’informazione.

Necessita la costruzione di un’area prettamente riservata alla stampa, magari ripristinando il “vecchio” ma funzionale gabbiotto costruito anni addietro nel settore gradinata. Intanto, l’assessore allo sport, Giacomo Sorrentino, nei prossimi giorni effettuerà un sopralluogo presso lo stadio comunale di Arzano per valutare le condizioni del manto sintetico che in caso di esito favorevole potrebbe essere trasferito al “Novi”.

Un’operazione a basso costo ma complicata che potrebbe comunque tamponare il problema del rettangolo di gioco angrese. In caso contrario l’amministrazione avrebbe assicurato l’inizio di lavori di seminagione per la prima settimana di luglio, in modo da garantire all’erba di crescere in maniera naturale senza subire particolari traumi con il passaggio degli atleti. l’assessore al ramo Giacomo Sorrentino ha precisato che dopo una stagione di campionato il campo necessita delle opere di manutenzione di prassi. In settimana si saprá se si procederá alla risemina del campo, o all’acquisto di un manto erboso sintetico.

Sorrentino tranquillizza societá e tifosi anche sotto il profilo della pubblica sicurezza. «Giá nel bilancio 2011, abbiamo incrementato il piano della sicurezza, nonostante la scarsitá di risorse. Non abbiamo dubbi che deve essere garantita al massimo l’incolumitá pubblica non solo degli addetti al settore, ma anche dei tanti tifosi che popolano la stadio cittadino».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here