In arrivo le bollette della Tarsu

0

In arrivo nelle case degli angresi gli avvisi di pagamento della Tarsu relativi al 2011. È stato deliberato in Giunta comunale lo scorso 31 marzo l'invio degli avvisi di pagamento per la tassa sulla raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, che dovranno essere corrisposti in quattro rate con scadenza 30 aprile, 30 giugno, 30 agosto e 30 ottobre 2011.

Le tariffe erano state approvate dall'esecutivo guidato dal sindaco Pasquale Mauri lo scorso 21 dicembre, con l'apposito schema in previsione del consiglio comunale di fine anno sull'approvazione del bilancio di previsione.

-Ads-

Lo schema per le tariffe prevede: 2,58 euro al metro quadro per le abitazioni civili; 15,45 euro al mq per ristoranti, pizzerie e rosticcerie, rivendita frutta, pollami, fiori, pesci, chioschi, supermarket ed ipermercati; 12,88 euro per bar, pasticcerie, osterie, circoli e sale da gioco; 11,85 per edicole ed esercizi non alimentari; 8,76 per studi professionali, uffici, agenzie, ricevitorie, studi medici, saloni di bellezza e palestre; 1,55 per collegi, istituti religiosi, case di riposo e di cura; 5,67 per botteghe artigiane ed opifici fino a 500 mq; 8,24 per le industrie; 7,73 per depositi, autorimesse, autolavaggi e sale espositive, distributori di carburante e parcheggi; 2,06 per scuole, uffici pubblici, caserme ed associazioni; 1,73 euro al metro quadro per quelle abitazioni occupate da un unico abitante, e per le abitazioni a disposizione. Inoltre, è fissata in 0,070 euro la tassa giornaliera sulle aree pubbliche occupate per il commercio alimentare, ed in 0,040 euro sulle aree pubbliche occupate per il commercio non alimentare o per uso diverso.

Ad Angri, lo scorso 20 dicembre 2010 figurano 14.038 vani per totali 1.280,910 metri quadri, così suddivisi: 10.868 civili abitazioni per complessivi 984.951 mq; 32 tra ristoranti, pizzerie e rosticcerie; 56 rivendite di alimentari e supermarket; 56 bar, pasticcerie e sale giochi; 325 esercizi non commerciali ed edicole; 74 studi medici, saloni di bellezza e palestre; 232 ricevitorie, uffici, agenzie e studi professionali; 6 collegi, istituti religiosi, case di riposo e di cura; 265 botteghe artigiane ed opifici fino a 500 mq; 28 industrie; 82 depositi ed autorimesse; 8 distributori di carburante e parcheggi; 2 chioschi; 36 scuole, uffici pubblici, caserme ed associazioni; le 9 scuole pubbliche e 1868 abitazioni con un unico occupante o a disposizione.

Il gettito Tarsu previsto dal Comune di Angri è di circa quattro milioni di euro, che dovrebbe riuscire a coprire per intero il costo annuo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani.   Francesco Rossi 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here