Il presidente Orlando avvisa la squadra: “guai ad abbassare la guardia!”

0

Sarà, con molta probabilità, il sintetico di Canosa ad ospitare la gara tra i grigiorossi e l’Ostuni. I pugliesi, ultima forza del campionato, dovranno giocare il match in campo neutro e a porte chiuse a seguito dei provvedimenti adottati dal giudice sportivo. In casa grigiorossa la tensione resta alta in vista di un match che preoccupa molto l’ambiente doriano non tanto per il potenziale tecnico degli avversari ma per il rischio di prendere sotto gamba l’appuntamento con la cenerentola del torneo.

Il rischio di un calo di concentrazione è concreto e per tenere elevata l’attenzione, il massimo dirigente, Giovanni Orlando, ha radunato calciatori e staff tecnico al termine dell’allenamento. Il messaggio è stato eloquente: guai ad abbassare la guardia! “Siamo in una fase molto delicata della stagione – spiega il presidente – e ogni minimo dettaglio può influire sull’andamento di una partita, alla squadra ho chiesto espressamente di affrontare la gara con l’Ostuni mettendo in campo la medisima determinazione degli ultimi due match con Arzanese e Sant’Antonio Abate”.

Orlando vuol vedere all’opera la squadra coriacea e grintosa che ha fatto riaccendere la fiammella della speranza in casa angrese. Angri è un’isola felice del calcio di serie D e a dimostrazione della professionalità della compagine societaria ieri i calciatori hanno percepito le spettanze che si riferiscono al mese di marzo con assoluta puntalità. “La squadra deve lavorare in un ambiente sereno e tranquillo – chiosa il presidente grigiorosso Orlando – e per arrivare a raggiungere il traguardo della salvezza stiamo profondendo il massimo delle energie creando le migliori condizioni per fare allenare la squadra”.

L’ambiente grigiorosso deborda di entusiasmo e anche la comitiva grigiorossa e consapevole di essere padrona del proprio destino.

“Da inizio settimana – commenta il capitano Amarante – stiamo preparando la gara di domenica con la massima attenzione perché sappiamo che dietro gare che sulla carta appaiono semplici, spesso, si nascondono notevoli insidie”. “L’Angri ha necessità di fare punti – continua Amarante – e non possiamo permetterci il lusso di avere un approccio timido a gare che sono fondamentali per il nostro cammino”. Il tecnico Matteo Pastore ha disposto un galoppo in famiglia con la formazione Juniores allenata da Mario Rega, il test-match sarà disputato allo stadio “Novi” nel pomeriggio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here