Caterina Barba: “mai più in Giunta con Mauri”

4

“La verità è che il sindaco forse si è fatto convincere da qualcuno che, semplicemente, temeva di perdere qualche privilegio”. L’ex assessore alle politiche scolastiche, Caterina Barba, non lesina stoccate al primo cittadino Pasquale Mauri, ed esce allo scoperto dopo le dimissioni irrevocabili presentate qualche settiman fa. “Voglio precisare che al primo posto delle mie preoccupazioni ci sono i disagi che i nostri figli – commenta Barba – sono costretti ad affrontare nella attuale situazione, non certo la tutela dei privilegi di qualche professore o di qualche dirigente a discapito della salute dei bambini”.

A produrre le dimissioni dell’assessore, fortemente voluta dal sindaco dell’Udc lo scorso aprile, è stata la decisione di Mauri di revocare la delibera con la quale l’assessore aveva disposto la razionalizzazione delle scuole presenti sul territorio che avrebbe, difatto, accorpato la scuola media “Smaldone” alla media “Opromolla” e il terzo circolo didattico all’istituto comprensivo “Galvani”.

-Ads-

“Sul piano di dimensionamento scolastico, destinato alla razionalizzazione della gestione e dell’utilizzo degli edifici scolastici – spiega Caterina Barba – la condivisione era stata totale finchè non sono intervenute le solite logiche che inquinano perfino l’ordinaria gestione amministrativa: le logiche clientelari alle quali, evidentemente, il nostro sindaco è molto sensibile.

Il nostro sindaco, incalza l’ex assessore – dopo che il mio progetto è stato approvato in Giunta, quindi condiviso da tutti, sindaco compreso, trasmesso alla Provincia ed approvato dalla Giunta Provinciale, ha annullato la delibera, e quindi il mio piano, perché impensierito da voci infondate sull’eventuale perdita di posti di lavoro.

E’ incredibile come bastino alcune illazioni per bloccare un provvedimento che avrebbe fatto risparmiare molti soldi alle casse comunali senza fare danni a nessuno”. In maniera decisa l’ex assessore alle politiche scolastiche fa luce sulla possibilità di un possibile rientro nell’esecutivo capeggiato da Mauri.

“Il sindaco ha dichiarato in un’intervista che non mi richiamerà mai nella sua amministrazione. Fa proprio bene, perché gli direi di no. Almeno su questo, la pensiamo allo stesso modo!”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here