Pari beffa per la Libertas (1-1)

0

Pimonte – Libertas Angri 1 – 1

PIMONTE: D’Amora, Di Riso, Longobardi, Federico, Dentale, Avitabile, Di Lieto (46° Scala), Ruocco (80° Sansone), Marcianò, Attianese (65° Chierchia), Romano. A disposizione:Vanacore, criscuoli, Cariello, Cimmino. Allenatore: Somma

-Ads-

LIBERTAS ANGRI: Graziano, Tagliamonte (69° Siena), De Sio, Del Sorbo, Parlato, Giardiello, Nirolo (56° Novi), Giorgio, Tortora (82° Cuomo), Falcone, Fantini. A disposizione: Coppola, Vertolomo, Velev, De Prisco. Allenatore, De Virgilio

Arbitro: Bosso di Napoli Assistenti: Santamarina e Daniele di Napoli

Ammoniti: Giardiello (LA),Graziano (LA), Marcianò (P), Scala (P)

Reti: 40° Falcone, 88° Scala

Note: Spettatori circa 100 Recupero pt 1 minuto st 4 minuti

Risultato sostanzialmente giusto fra due compagini che hanno giocato a fasi alterne, un po’ di rammarico per gli ospiti che si vedono raggiunti solo all’88°. Il primo tempo vede un Pimonte che parte in quarta costringendo per i primi dieci minuti l’Angri a subire una forte pressione avversaria, ma appena prese le misure gli ospiti cominciano a sciorinare un bel gioco ad ampio raggio, cambiando spesso il lato di spinta e non dando punti di riferimento ai difensori locali.

Dopo un paio di azioni non finalizzate sull’asse Tortora, Falcone, è proprio da una triangolazione dei due avanti angresi che nasce il gol. Giardiello che da centrocampo serve Giorgio che si lancia in avanti servendo Tortora il quale di prima intenzione libera in area Falcone che finta sul diretto avversario lo salta e infila la palla nell’angolo basso alla destra del portiere. Il secondo tempo inizia come la fine del primo, con veementi azioni da parte dell’Angri che nei primi dieci minuti sfiora per due volte il raddoppio con Falcone, che ben servito da Tortora nell’area piccola tira al volo, ma il portiere avversario respinge di gambe.

L’Angri è padrone del centrocampo, ma la svolta al 56° quando per infortunio è costretto ad uscire anzitempo Nirolo per Novi, De Virgilio è costretto a rimescolare un po’ le carte, spostando Fantini centrale e Novi laterale, la mossa non dà l’effetto sperato, ed, infatti, con il passare dei minuti il Pimonte conquista il centrocampo bloccando così il gioco spavaldo degli angresi. I locali diventano padroni del gioco e costringono l’Angri a difendersi, pur non impensierendo più di tanto l’estremo difensore ospite. Il pareggio nasce da un errato disimpegno ospite con palla riconquistata da Chierchia che serve in profondità Scala che favorito da un rimpallo calcia a rete, la palla batte sul palo interno e entra in porta.

Ormai mancano due minuti alla fine, l’arbitro ne concede altri quattro, ma non succede più nulla sino al triplice fischio. Un buon punto per la Libertas Angri che comunque ha da rammaricarsi per i due punti persi quasi alla fine del match. VINCENZO MAZZA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here