Le proposte del PD-centrosinistra al sindaco Mauri

17

Il gruppo consiliare del PD-Centrosinistra, nel perseguire la volontà di caratterizzare la propria azione politica di opposizione evidenziando l'assenza di un chiaro disegno strategico per il futuro del nostro territorio, con una concreta azione propositiva, l'8 novembre 2010 ha depositato agli atti del comune una proposta di deliberazione consiliare finalizzata all'attivazione di un progetto, da attuare con Finanziamento Tramite Terzi, cioè con fondi privati, senza alcun onere da parte del Comune, per dotare ciascun edificio pubblico di un impianto di produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile, in particolare da fotovoltaico, consentendo in tal modo il raggiungimento di un duplice obiettivo: azzeramento della bolletta energetica per i consumi degli edifici pubblici, con un risparmio di oltre 200.000 euro annui e incameramento di somme derivanti dai diritti di sfruttamento di tali superfici, con evidente vantaggio per le casse comunali.

Evidentemente queste iniziative non hanno suscitato interesse nell’amministrazione, dato che non vi è stato alcun cenno di adesione, almeno fino ad ora. Sempre in virtù dello spirito propositivo, il 10 gennaio scorso, abbiamo depositato al protocollo comunale, una proposta, da sottoporre all’attenzione del Consiglio Comunale, auspicante l'adesione del nostro comune al Patto dei Sindaci; iniziativa comunitaria di notevole impatto economico, sociale e culturale.

-Ads-

L'iniziativa è finalizzata al raggiungimento di obiettivi relativi a tre fondamentali parametri: riduzione del 20% delle emissioni di CO2, (anidride carbonica) gas responsabile dell'effetto serra; riduzione dei consumi energetici del 20% (risparmio sulla bolletta) e produzione di energia da fonti rinnovabili almeno per il 20% (sole, vento, mare, calore della Terra,) : per questo motivo l'iniziativa è nota anche come 20/20/20. Detti parametri devono essere rispettati entro il 2020 e le azioni da intraprendere per il rispetto di tali obiettivi devono essere definite in un apposito Piano di Azione per l'Energia Sostenibile.

I vantaggi che potrebbero derivare da questa operazione, per l’intera collettività, sarebbero davvero notevoli dato che l'energia e l'ambiente sono da considerarsi come elementi di sviluppo economico e sociale del territorio, infatti determinano azioni trasversali che investono tutte le attività perchè tutti hanno bisogno di energia e tutela dell'ambiente.

La nostra idea può piacere o meno a questa amministrazione che può sottoporre ai cittadini un modello di sviluppo, economico e sociale del nostro territorio, fondato su altre iniziative anche migliori, se ce ne sono.  gruppo consiliare del PD-Centrosinistra

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here