Auto in divieto di sosta, sindaco multato!

12

riceviamo e pubblichiamo – Cari concittadini, lo scorso 30 dicembre si è tenuto il Consiglio Comunale di fine anno. Non entriamo, per il momento, nel merito dei provvedimenti adottati ed assunti dal Consiglio (ci riserviamo però di analizzare gli atti una volta pubblicati all'albo pretorio), anche se abbiamo notato che nel bilancio previsionale 2011 è previsto un incremento degli introiti derivanti da multe agli automobilisti. Tornando al Consiglio, ci duole il comportamento superbo tenuto dal nostro Sindaco nei confronti del consigliere Squillante a cui va tutta la nostra solidarietà umana per l'offesa ricevuta in pubblico di essere “un ignorante”.

Il nostro Primo Cittadino non dovrebbe mai dimenticare che egli non solo rappresenta la Città di Angri, ma è anche il primo a dover mostrare di rispettare le leggi ed avere una sana condotta civile e morale, evitando di offendere le persone. A proposito del rispetto delle leggi, durante una pausa del Consiglio, passeggiando per piazza Doria, abbiamo notato che un bravo vigile urbano, seguendo le norme ed i regolamenti, aveva elevato una multa ad un'auto in sosta vietata nei pressi dei dissuasori che negano l'accesso all'area pedonale di piazza Doria da piazza San Giovanni.

-Ads-

Con molto stupore abbiamo riconosciuto in quell'auto l'auto del Sindaco parcheggiata non solo in divieto di sosta, ma anche in modo da occludere parte dell'accesso al marciapiede. Abbiamo naturalmente fotografato l'evento proprio in riferimento ai discorsi di vivere civile che il Sindaco ha effettuato dai pulpiti delle chiese della nostra città e dallo scranno del Consiglio Comunale: è proprio il caso del famoso detto “da che pulpito viene la predica!”.

Alcune ore dopo, durante un nuovo intervallo del Consiglio Comunale, siamo tornati sul posto e sul parabrezza posteriore dell'auto abbiamo notato che la multa era sparita. Siamo sicuri che non è stato il Sindaco a far rimuovere il verbale effettuato alla sua auto e che può esser stato anche un teppista ad aver tolto via la multa dalla macchina; tuttavia, avendo noi ben fotografato il numero di verbale (n°054936 effettuato alle ore 19:07 del 30/12/2010, €38,00), invitiamo in primis il Sindaco ad adempiere al pagamento dell'infrazione e poi a fare più attenzione ed a rispettare le regole del vivere civile che impongono la sosta negli stalli.

Se il primo cittadino è il primo a non rispettare le norme….. è logica conseguenza il decadimento morale e civico della città. Suggeriamo a tal proposito due detti di Confucio al nostro Sindaco su cui meditare: "Se uno corregge se stesso, che difficoltà avrà a partecipare al governo? Chi non è in grado di correggere se stesso, come farà a correggere gli altri?" · “Governare significa correggere. Se tu dai l'esempio con la tua rettitudine, chi oserà non essere corretto?” Ringraziamo infine il Comando di Polizia Locale e tutti i vigili. com. stampa avanguardia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here