Squillante: “Angri vive una situazione difficoltosa”

0

La rassegna natalizia è stata oggetto delle osservazioni anche dell’Assessore provinciale Antonio Squillante. Sotto il profilo dei costi l’amministrazione comunale ha evidenziato che la spesa sarà sostenuta dal Comune, dalle alcune associazioni di categoria presenti sul territorio, dalla Regione, e anche dalla Provincia.

“Il Presidente Edmondo Cirielli – ha dichiarato Antonio Squillante – ha inteso contribuire, con un piccolo finanziamento alle iniziative natalizie. Io ho dato sicuramente sostegno all’idea perché è qualcosa di cui può trarre vantaggio la Città di Angri.” Anche l’intero gruppo del Pdl al consiglio comunale di Angri ha espresso soddisfazione al Presidente della Provincia per i contributi accordati sul territorio di Angri in occasione delle festività natalizie.

“Ringraziamo la Provincia per la considerazione avuta nei confronti del nostro Comune – continua l’Assessore Squillante – nonostante il comportamento poco lineare che continua ad assumere il Sindaco Pasquale Mauri nei confronti dell’Amministrazione Provinciale. Quest’ulteriore attenzione ad Angri è la dimostrazione concreta che la Provincia lavora per la cittadinanza, andando anche oltre i contrasti di natura politica che si possono creare con esponenti istituzionali dei Comuni. Ricordo infatti che il dottore Mauri, a seguito della fuoruscita dell’UDC dalla maggioranza in Consiglio Provinciale, allo stato è un Consigliere di opposizione”.

Il problema, a parere di Antonio Squillante, tuttavia è che l’attuale amministrazione comunale ha inteso realizzare una manifestazione che è costosissima, e che si compone di una serie di iniziative, che si articolano in un ampio programma. “Fare venire un importante attore come Biagio Izzo – ha affermato Antonio Squillante – sicuramente è un’iniziativa piacevole, però bisogna sempre fare i conti con le risorse attualmente disponibili, anche alla luce del fatto che attualmente Angri vive una situazione difficoltosa, così come ha più volte evidenziato l’amministrazione stessa.”

A tal proposito il problema più rilevante della questione è il finanziamento delle manifestazioni. In sostanza la Regione dovrebbe far arrivare i contributi per le iniziative, e intanto, sottolinea Squillante, le manifestazioni sono partite. “Ipotizziamo che la Regione non risponda entro la fine delle manifestazioni, intanto le spese si sono realizzate, e allora dovranno mettere mano alla tasca i cittadini di Angri, e allora, a mio avviso, questa è una maniera irresponsabile di agire.

Quando io accuso la giunta e il dottore Mauri di incapacità amministrativa, e soprattutto di incapacità di programmazione è proprio per questi motivi. Infatti se l’amministrazione voleva far finanziare delle manifestazioni dalla Regione, prima di iniziare gli eventi dovevano ottenere l’assenso dalla Regione, iscrivere in un entrata nel bilancio questo contributo, e dopo facevano bene a spenderli e a destinarli alla realizzazione delle manifestazioni, così come ho fatto io nella passata gestione.”

Antonio Squillante evidenzia, inoltre, di essere riuscito a portare ad Angri importanti iniziative finanziate dalla Regione Campania e dalla Comunità Europea a costo zero per la Provincia, tuttavia prima di iniziare le manifestazioni afferma di essersi accertato che i soldi c’erano, e soprattutto che c’era il decreto.

“L’attuale amministrazione comunale, invece, – continua Squillante – ha solo una delibera – fantasia dove si afferma che otterranno dei soldi dalla Regione, ma, purtroppo, questi soldi non sono ancora arrivati.” Infine anche riguardo al finanziamento dei privati Antonio Squillante chiede delucidazioni al Sindaco e alla Giunta, e così conclude “ancora non si è a conoscenza se con i privati sono stati stipulati dei contratti o altre forme di impegno ufficiale, perché anche in questo caso dobbiamo capire che la promessa è semplice da ottenere, però altra cosa è mantenere l’impegno dell’erogazione di questi soldi.”  Maria Paola Iovino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here