Consulenze al Comune, indagine della Corte dei Conti

14

Le consulenze e le nomine disposte dal sindaco, Pasquale Mauri, attraverso l’utlizzo dell’articolo 90 e dell’articolo 110 del Testo Unico, tornano nel mirino dell’opinione pubblica e degli organi di controllo. Alcune segnalazioni giunte alla sezione regionale della Corte dei Conti avrebbero insospettito l’organo di controllo finanziario degli enti pubblici.

Così come avvenuto per altri comuni dell’Agro ispettori della Corte dei Conti sarebbero pronti a far visita alla sede di via Semetelle per acquisire la documentazione circa le assunzioni e le consulenze assegnate dal sindaco Mauri dal momento del suo insediamento. A produrre l’intervento dei funzionari regionali della CdC alcune interrogazioni presentate in consiglio comunale in merito alle procedure adottate dal Primo cittadino per l’assunzione dei componenti dello staff e del consulente per la comunicazione.

A quanto pare nell’iter adottato dai funzionari di “Palazzo di Città” ci sarebbe un manifesto errore di procedura. “In sede istituzionale – dichiara Cosimo Ferraioli – abbiamo presentato un’interrogazione consiliare come Partito Democratico e la risposta da parte del Sindaco non è stata esaustiva”. Rispetto all’interrogazione del PD angrese, però, l’amministrazione ha compiuto una fuga in avanti e piuttosto che formulare spiegazioni riguardanti i procedimenti adottati, ha anticipato i tempi creando una nuova unità operativa complessa capeggiata dal consulente della comunicazione oggetto dell’istanza consiliare.

“Voglio precisare – confida Cosimo Ferraioli – che nessuno vuole attaccare la professionalità delle persone nominate da Mauri, ciò che contestiamo è il metodo utilizzato per assegnare gli incarichi e l’assoluta indifferenza del Governo cittadino che continua a distribuire incarichi e consulenze sprecando il denaro pubblico”.

“A mio avviso – continua il capogruppo del PD – quella di creare una nuova area di competenza in seno all’Ente è un disegno già precostituito, in effetti il Sindaco è stato bravo prima ad individuare un consulente per la comunicazione e poco dopo tempo ha creato l’unità operativa complessa, siamo curiosi di sapere con quali normative è stata introdotta visto che prevede una modifica della pianta organica”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here