Angri sciupone, il Gaeta strappa il pari nel recupero (2-2)

0

Angri (4-4-2): Salatino 5; Liguori 6.5, Cascella 5, Cacace 7, Correale 6.5; Fusco 5 (10’ st Tarascio 6), Donnarumma s.v. (12’ st Galdi 6), Amarante 7, Ferraioli 6; Florio 6 (22’ st Russarollo 6), Incoronato 7. A disp. De Rosa, Nettuno, Della Femina, Stellato. All. Sessa 6.5

Gaeta (4-4-2): De Filippis 7; Vitale D. 6 (29’ st Emma 6), D’Agostino 6, Ciminari 6, Speranza 6.5; Vitale G. 6, Tozzi 7, Di Pietro 6.5 (18’ st Morelli 6), Amendola 6.5; La Cava 6, D’Avanzo 7 ((37’ st De Simone 6).

Arbitro Zuliani di Vicenza 6

Reti: 27’ pt Ferraioli (A), 39’ pt Tozzi (G), 1’ st Incoronato (A), 47’ st Amendola (G). Note: spettatori 300 circa di cui un centinaio ospiti. Ammoniti Fusco e Galdi (A), Ciminari (G). Angoli 6-6. Recuperi 2’ pt, 5’ st.

Il cuore e i polmoni non bastano ai grigiorossi per festeggiare la vittoria. Un Angri sprecone subisce la rete del pari in pieno recupero e deve rimandare l’appuntamento con la vittoria. I grigiorossi sprecano un’infinità di occasioni e pur prevalendo in ogni zona del campo non riescono a portare a casa i tre punti nella giornata in cui la squadra ha giocato senza l’allenatore. Il Gaeta, seconda forza del campionato, è stato messo alle corde da Amarante e soci che devono recriminare per le numerose occasioni sprecate da Ferraioli nella seconda frazione di gioco e per la leggerezza commessa dall’estremo difensore Salatino nel finale di gara.

La cronaca. I grigiorossi subiscono nel primo quarto d’ora l’organizzazione di gioco degli ospiti, ma al ventisettesimo si portano in vantaggio a seguito di una mirabolante trama di gioco avviata da Incoronato rifinita da Florio e concretizzata da una gran destro al volo di Ferraioli che non lascia scampo a l portiere laziale. I doriani arretrano il baricentro e cedono l’iniziativa al Gaeta che trova la rete del pari al 39esimo con Iozzi abile a sfruttare una errata applicazione del fuorigioco da parte della linea difensiva angrese. Il tempo si chiude con il risultato di parità.

Pronti via, nella ripresa, e l’Angri passa subito in vantaggio con una meravigliosa conclusione di Incoronato, nono centro stagionale, che dal limite dell’area controlla e lascia partire un fendente che si spenge nell’angolo alto alla sinistra di De Filippis. I grigiorossi lasciano l’iniziativa al Gaeta che esercita il possesso di palla ma non impensierisce Salatino.

L’Angri potrebbe chiudere i conti almeno in tre occasioni con Ferraioli che al 12esimo dribla anche il portiere, ma calcia di poco a lato, al minuto quaranta lo stesso Ferraioli, imbeccato da una sponda di Incoronato, si presenta in beata solitudine davanti al portiere ospite calciandogli addosso. Al 45esimo è Russarollo ad esaltare De Filippis che nega la gioa del terzo gol grigiorosso. Su ribaltamento di fronte Amendola trafigge l’incerto Salatino e fissa il risultato sul due a due. Una beffa per i padroni di casa che avrebbero meritato la posta in palio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here