Sconfitta per la Libertas (3-0)

0

Atletico Bosco 3: Cerchia, D’Auria, Celoro, Dolmenti, Nughes, Carillo, Tortora, Lieto (35° st Cirillo S.), Malafronte (38° st Cirillo P.), Severino, Chiricolo (20° st Pane). A disposizione: Raiola, Liguori, Aprea, Manzi. Allenatore: Auricchio

Libertas Angri 1980 0: Coppola, De Marinis A:, Criscuolo, Parlato, Del Sorbo (1° st Fantini), Giardiello, Nirolo, Cesarano (38° st Loreto), Falcone (34° st Tortora A), Esposito, De Sio. A disposizione: De Marinis R, Vertolomo, Novi, Cuomo. Allenatore: De Virgilio

Arbitro: Lippiello di Avellino Assistenti: Albolino e Pizza di Ercolano

Ammoniti: Criscuolo (LA),Parlato (LA), De Sio (LA), Fantini (LA).

Espulsi: Nirolo 5° st doppia ammonizione

Reti: 19° pt Malafronte, 24° pt Lieto, 45° pt Severino Note: Partita giocata a porte chiuse, campo in buone condizioni Recupero pt 1 minuto, st 2 minuti

Oggi si è vista una sola squadra in campo, quella dell’Atletico Bosco, infatti la Libertas Angri per come è stata condotta la gara sembra solo la brutta copia di quella vista solo sette giorni fa contro l’Anacapri. La gara si svolge sostanzialmente solo nei primi venti minuti, fino a quando l’Atletico non passa in vantaggio, infatti i minuti iniziali vedono una forte spinta degli ospiti che macinano un buon gioco e al 17° impensieriscono l’estremo difensore avversario con un tiro di Esposito fuori di poco, da parte loro i locali sembrano subire la foga avversaria fino al 19° quando su un contratso Cesarano perde palla a centrocampo recuperata da Lieto che serve Severino sulla fascia destra il quale di prima intenzione lancia lungo a Malafronte che elude il centrale Del Sorbo e solo davanti al portiere non sbaglia siglando la rete del vantaggio.

L’Angri cerca di recuperare e al 21° Nirolo ci prova su azione corale, ma il suo tiro è debole e centrale ed è facile preda del portiere. Al 24° i locali raddoppiano su calcio di punizione da fuori area calciato magistralmente da Lieto nel sette alla sinistra dell’incolpevole Coppola. A questo punto l’Angri smarrisce il proprio gioco e lascia il pallino completamente agli avversari che controllano la partita non disdegnando di affacciarsi spesso dalle parti del portiere avversario. Quando si aspetta solo il fischio dell’arbitro per la fine del primo tempo, Chiricolo riceve palla su rimessa del portiere, la lancia a Severino solo sull’out destro che in velocità supera il diretto avversario e davanti al portiere in caduta realizza il terzo gol.

Il secondo tempo vede rientrare gli ospiti in campo troppo nervosi, cominciano a fioccare le ammonizioni e Nirolo al 5° si fa espellere per doppia ammonizione, da questo momento l’Angri in inferiorità numerica pensa solo di limitare i danni con i locali che comunque cercano di rendere più largo il risultato, che non varierà più sino alla fine. : VINCENZO MAZZA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here