Sconfitta per la Libertas (3-2)

0

San Sebastiano 3 Libertas Angri 2

Sab Sebastiano 3: De Falco, Manna E., Valente, Allocca (dal 35° st Ignudi), Resito, Trama, Cocozza, Sannino A, Borrelli (dal 12° st Acampora), Sannino P.(dal 35° st Vicchiariello), Manna F. A disposizione: Villano, Liguoro, Assunto, Perna. Allenatore: Principe

Libertas Angri 1980 2: De Marinis R, Siena (dal 20° st Tortora), De Sio, Parlato, Del Sorbo, Criscuolo, Nirolo, Cesarano, Cuomo (dal 41° st Loreto), Esposito, Novi (dal 20° st Fantini). A disposizione: Coppola, Di Riso, De Marinis A., Farina. Allenatore: De Virgilio

Arbitro: Roca di Avellino Assistenti: Bagnarola e Galiero di Frattamaggiore

Ammoniti: Siena (A),Novi (A), Manna E (S), Sannino A (S), Borrelli (S). Espulsi: Cocuzza (S) e Criscuolo (A) al 25° st reciproche scorrettezze.

Note: Spettatori 100 circa, campo in buone condizioni, recuperi 1° t 2 minuti, 2 t 4 minuti

In una bella giornata autunnale, l’Angri subisce una immeritata sconfitta contro un modesto San Sebastiano, condannata non dal gioco ma da un arbitraggio insufficiente. Parte a spron battuto l’Angri che già nei primi minuti impensierisce il portiere avversario con un tiro da fuori area di Esposito a fil di palo. Si susseguono le azioni da ambo le parti, ma le migliori occasioni sono dell’Angri che al 10° su azione corale mette Novi in condizioni di tirare dal vertice dell’area, palla che sfiora il palo.

L’angri non demorde con Criscuolo che spedisce sulla traversa da buona posizione. Unica occasione per il San Sebastiano al 45° con Borrelli che costringe De Marinis ad una non facile parata. Il secondo tempo è sulla falsa riga del primo sino al nono quando l’arbitro ingannato da un plateale tuffo in area di Sannino P. in contrasto con Siena, decreta la massima punizione tra le vibrate proteste degli atleti ospiti, si incarica del tiro lo stesso Sannino che non sbaglia. Ma gli ospiti non si arrendono e sull’asse Esposito Cuomo, imbastiscono buone trame di gioco che però non vengono premiate dal gol.

Al 17° si rende di nuovo protagonista l’arbitro invertendo l’assegnazione di un calcio di punizione dal limite dell’area ospite, si incarica del tiro Sannino che sigla la sua doppietta infilando il portiere a fil di palo. Gli ospiti a questo punto effettuano due sostituzioni giocando il tutto per tutto, inserendo una terza punta, ma i locali sfruttano al meglio il contropiede con Manna che recupera palla dall’out destro, salta De Sio e dal fondo crossa in area dove il ben appostato Acampora non ha difficoltà a siglare la terza rete.

Gli animi si accendono e su un’azione di gioco Cocozza si dirige verso Criscuolo tentando di aggredirlo, l’arbitro decide per l’espulsione diretta sia di Cocozza che dell’incolpevole Criscuolo. Ma l’Angri non ci sta a subire un passivo così pesante e spinge continuamente, le punte avanzate Esposito e il giovanissimo Tortora cominciano a dialogare continuamente e al 38° Esposito accorcia le distanze. Al 40° Tortora si invola tutto solo verso l’area ma viene fermato dal guardalinee per sospetto fuorigioco. Al 48° Esposito semina il panico nell’area avversaria saltando un paio di avversari e fornendo la palla a Tortora che non ha difficoltà a segnare anticipando l’uscita del portiere.

Resta solo il tempo per mettere la palla a centrocampo e l’arbitro decreta la fine della partita. Un po’ di rammarico da parte degli ospiti che senza gli evidenti errori arbitrali avrebbe potuto portare a casa almeno un pareggio, vista la mole di gioco creata. . VINCENZO MAZZA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here