US Angri, acquistato Enzo Fusco

0

L’Unione Sportiva Angri 1927 comunica di aver acquistato per la stagione in corso il centrocampista Vincenzo Fusco, nato il 11.01.1980 a Salerno. Fusco nelle ultime tre stagioni è stato in forza alla Salernitana e in carriera ha vestito le maglie di Campobasso, Battipagliese, Avellino e Paganese prima di indossare la maglia della squadra della sua città insieme al fratello Luca, capitano dei granata per diversi anni.

L’operazione è stata perfezionata dal consulente di mercato dei grigiorossi, Alberto Monetta, capace di strappare, insieme al presidente Nicola Varone, l’accordo per l’intero campionato. “Enzo Fusco è un calciatore di grande qualità – afferma Monetta – che potrà fare bene con l’Angri e dare maggiore qualità ed esperienza alla linea mediana dei doriani”.

-Ads-

Fusco si unirà ai nuovi compagni nel pomeriggio allo stadio Novi è prevista la ripresa degli allenamenti. Il tecnico Criscuolo potrà dunque avere un ulteriore elemento di qualità da schierare a centrocampo, un arrivo importante anche in relazione all’infortunio subito domenica scorsa da Antonio Amita che ha dovuto lasciare il campo alla mezz’ora del primo tempo.

“Ho sempre detto – afferma Criscuolo – che all’Angri serviva un centrocampista di qualità e qualche under, con l’arrivo di Salatino e l’acquisto di Fusco credo che il quadro vada delinenandosi. Ovviamente – chiosa il tecnico doriano – bisognerà valutare la condizione atletica e capire se Fusco potrà essere impiegato a breve. Le doti tecniche non si discuotono, sicuramente ci porterà in dote tanta qualità elevando anche il tasso di esperienza della nostra squadra”.

Soddisfatto anche il numero uno del sodalizio grigiorosso, Varone, che da qualche tempo era sulle tracce di Fusco: “E’ stato un lungo corteggiamento perché già nelle passate settimane c’erano stati dei contatti e oggi abbiamo chiuso l’accordo, è un ulteriore dimostrazione che l’Angri vuole fare bene in questo campionato e regalare soddisfazioni ai suoi tifosi. Purtroppo – continua Varone – domenica siamo incappati nella classica giornata nera, ma dopo l’attenta analisi fatta non ci resta che guardare avanti”. Il massimo dirigente si sofferma anche sulla presenza del pubblico allo stadio.

“Il Novi presentava un discreto colpo d’occhio, abbiamo messo insieme poco più di cinquecento paganti e ad essere sincero mi aspettavo qualche presenza in più, ma questo non mi scoraggia. La squadra deve essere brava – chiosa il presidente – a riportare la gente allo stadio attraverso i risultati, la sconfitta contro l’Ischia appartiene al passato, dobbiamo guardare avanti, anche le “grandi” del raggruppamento stanno stentando sintomo di un sostanziale equilibrio in questo girone”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here