Operaio angrese muore a Tramonti

0

di Agostino Ingenito – Gravissimo incidente sul lavoro ieri pomeriggio alle 17,15 circa a Tramonti. A perdere la vita un operaio angrese. Folgorato da una scarica elettrica cade da un impalcatura e batte violentemente il capo al suolo, morendo all'istante. E' accaduto a Tramonti, in Costiera Amalfitana. La vittima e' Carlo Antonio Coppola, un operaio di 43 anni di Angri che stava lavorando in un cantiere edile, il rifacimento esterno di un palazzo nella frazione Polvica di Tramonti.

Si trovava su di una impalcatura intento ad azionare un montacarichi, quando e' stato investito da una scarica di corrente elettrica, generata probabilmente da un cortocircuito. Perso l'equilibrio a causa della scarica elettrica, l'operaio e' caduto da una altezza di circa tre metri, battendo violentemente la testa.

Nella città dell'Agro è sconforto tra i tanti che conoscevano personalmente il bravo operaio dipendente di una ditta di S.Antonio Abate. La notizia ha fatto rapidamente il giro della città ed ha naturalmente raggiunto quasi immediatamente la famiglia che dalla disperazione iniziale ha cercato di capirci di più ipotizzando in un primo momento che l'uomo fosse stato gravemrnte ferito e magari trasportato d'urgenza in ospedale. Ma la rassegnazione è avvenuta quasi subito quando gli inquirenti hanno informato la famiglia della morte istantanea dell'uomo a seguito della folgorazione.

La Procura di Salerno competente per territorio ha predisposto l'immediato sequestro del cantiere e sembra abbia già predisposto la consegna della salma ai parenti dopo l'esame esterno che sarà eseguito in mattinata presso l'Ospedale S.Leonardo a Salerno. L'intervento delle forze dell'ordine è stato rapido ma quando sono intervenuti i soccorsi per l'operaio angrese non c'era più nulla da fare.

Chiara la dinamica dell'incidente e dunque difficile che la Procura voglia trattenere la salma per un'autopsia. I segni evidenti a seguito della caduta non lasciano infatti dubbi, l'uomo è morto a seguito della violenta caduta dall'impalcatura dopo la folgorazione. Già nelle prossime ore di domani la salma dello sfortunato operaio potrebbe essere trasferita ad Angri. Molte le persone che conoscevano Carlo Antonio Coppola e che hanno immediatamente raggiunto i familiari per stringersi al loro immenso dolore. L'uomo lascia una famiglia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here