arturo Sorrentino: “Cercherò di essere super-partes e avrò l’umiltà di chi vuole imparare”

2

"Confronto sereno e senza pregiudizi" questo è ciò che auspica il primo cittadino Pasquale Mauri mentre parla della Commissione Garanzia e Trasparenza. Commissione, che come si trapela dalle parole dello stesso Mauri sarà costituita da sette unità, ripartite tra maggioranza e opposizione per assicurare un confronto democratico, e rispettivamente quattro unità alla maggioranza e tre alla minoranza.

Tra i vari punti all´ordine del giorno del secondo consiglio comunale di lunedì sera, vi era la costituzione dei gruppi consiliari. I gruppi consiliari comunali, sono gruppi composti da consiglieri di uno stesso orientamento politico, e la loro costituzione non solo è fondamentale per l´espletamento delle loro funzioni, ma anche per la convocazione della Conferenza dei capigruppo.

-Ads-

La conferenza dei capigruppo è preseduta dal Presidente del consiglio comunale, attualmente ad Angri, nella specie, dal dottore Arturo Sorrentino, coordina e programma i lavori dello stesso consiglio comunale ed è costituita, come è logico intendere dalla stessa denominazione, dai rappresentanti dei vari gruppi consiliari. L´elezione del Presidente, senza dubbio, è stato il punto all´ordine del giorno protagonista indiscusso del Consiglio.

Di seguito le parole del Presidente neo eletto : "Cercherò di essere super partes e avrò l´umiltà di chi vuole imparare. Voglio citare il senso di una frase di Oscar Wilde in uno dei suoi aforismi che diceva che l´esperienza è semplicemente un espediente per giustificare i propri errori, cioè io mi pongo come Presidente del Consiglio con l´umiltà di chi vuole imparare e di chi si vuole calare in questo ruolo istituzionale così delicato. Per cui ringrazio tutti e sarò il presidenti di tutti". Archiviata la procedura di elezione, si volta pagina. Dopo aver ringraziato la collaborazione del consigliere Ferrara, ad introdurre questo importante punto all´ordine del giorno le parole di Pasquale Mauri " voglio ringraziare pubblicamente Marcello Ferrara che stasera ha dato una manifestazione di grande senso di responsabilità istituzionale contribuendo a fare eleggere il Presidente di questo Consiglio… stasera c´è un momento importante non solo per l´elezione del Presidente, ma anche per la costituzione dei gruppi, e quindi già da domani il Presidente è titolato a convocare i capigruppo."

La parola passa poi ad Arturo Sorrentino neo Presidente del Consiglio per la presentazione dei nuovi gruppi consiliari " per il gruppo UDC il presidente è Giuseppe Galasso; per il gruppo Angri città nuova il presidente è Vincenzo Grimaldi; per il gruppo Con Gianfraco D´Antonio sindaco il presidente è Bonaventura Manzo; per il gruppo Progetto Comune il presidente è Emilio Testa; per il gruppo Angri in movimento il presidente è Daniele Selvino; per il gruppo PDL il presidente è Antonio Squillante; per il gruppo Battiti per Angri il presidente è Marcello Ferrara; per il gruppo PD il presidente è Cosimo Ferraioli. "

Il sindaco già nel consiglio comunale ha accennata ai debiti fuori bilancio, e su questo punto spende qualche parola in più in chiusura della seconda puntata della trasmissione "filo diretto con il sindaco di Angri", trasmissione volta a cogliere l´occasione per rispondere alle domande dei cittadini non privatamente ma pubblicamente, per fornire una più ampia diffusione delle sue spiegazioni "E´ appena un mese che sono diventato sindaco di questa città e mi trovo a dover affrontare tanti problemi. In modo particolare il problema più grosso che mi trovo ad affrontare è quello legato a tantissimi debiti fuori bilancio che in questo periodo stanno arrivando qui al comune. Debiti che , allo stato, arrivano quasi a un milione e cinquecentomila euro.

Questo significa che molte cose che stavamo mettendo in cantiere per dare risposte ai tanti bisogni di questa città , non è possibile attivarle perché c´è una mancanza di liquidità … noi tenteremo nei limiti del possibile di non scaricare su di voi questi debiti fuori bilancio riducendo le spese. Tuttavia è chiaro che se riduciamo le spese non avremo più a disposizione le cifre per poter attivare tutte quei meccanismi e tutti quei programmi che avevamo promesso in campagna elettorale." Il sindaco si riserva nella prossima puntata della trasmissione di delineare quali sono i debiti, da dove partono, e come arrivano.  Maria Paola Iovino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here