Mauri: “Con D’Antonio un’amministrazione stabile”

0

Il candidato Sindaco di Angri Pasquale Mauri chiarisce il significato dell'accordo stipulato con il dottor Gianfranco D'Antonio e con la sua coalizione. "Al termine del primo turno delle elezioni amministrative, la nostra coalizione ha avviato una serie di confronti con tutte le forze politiche che si erano candidate al governo della città. L'entità dei problemi che Angri si trova ad affrontare dopo quindici anni di stallo politico e amministrativo richiedono infatti un approccio condiviso alla risoluzione di questioni che si aggravano nel tempo. Noi non abbiamo precluso ad alcuno la possibilità di dare un contributo al rinascimento di Angri, dialogando con tutti in maniera trasparente e leale. Il dottor D'Antonio è stato sin da subito interessato a instaurare una fattiva collaborazione, basata sull'integrazione dei programmi elettorali e sulla stabilità del governo cittadino. Ha rifiutato ancora una volta le proposte di incarichi e i metodi basati sulla denigrazione dell'avversario tipici di alcune formazioni elettorali, e ha coraggiosamente scelto di collaborare con chi si presentava alla cittadinanza forte di un programma serio e responsabile. Ancora una volta l'integrità morale e la coerenza politica del dottor D'Antonio si offrono ad Angri come una risorsa e come un esempio. Per queste ragioni, ho insistito molto affinché Gianfranco D'Antonio entrasse in Giunta, affiancandomi in qualità di vice-sindaco al governo di questa città. Interessato esclusivamente al bene della nostra comunità, D'Antonio ha alla fine accettato di sostenere in prima persona questo progetto. E assieme abbiamo deciso di evitare apparentamenti amministrativi, per essere in grado di non deludere le migliaia di cittadini angresi che si aspettano da noi un Consiglio Comunale coeso e stabile, in grado di guidare la città per un intero quinquennio. D'altra parte, con l'ingresso in giunta di esperienze e sensibilità diverse, saremo sicuri di poter offrire risposte articolate e lungimiranti alle istanze provenienti dai cittadini angresi. Voglio quindi sottolineare che qualsiasi illazione e maldicenza nei confronti di un accordo politico condotto alla luce del sole non fanno altro che confermare la grettezza e la cattiva fede di chi vuole far politica con metodi inaccettabili."   com. stampa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here