Elezioni, entra nel vivo la campagna elettorale

0

 

La fine delle festività sancisce l’avvio della campagna elettorale che porterà la città doriana ad avere un nuovo sindaco e un nuovo consiglio comunale.

La gestione commissariale traghetterà la comunità doriana fino alla prossima primavera con una campagna elettorale inficiata dall’attesa per il ricorso presentato al Tar dall’ex sindaco Cosimo Ferraioli avverso il commissariamento prefettizio.

I nodi giudiziari dovranno essere sciolti entro la fine di gennaio ma il treno della politica cittadina non intende aspettare ulteriormente ed è pronto a riprendere il viaggio dopo una lunga fase di stallo. Certezze e indiscrezioni si susseguono in attesa di possibili colpi di scena e di inopinate alleanze.

Pasquale Mauri ha lanciato la volata già da alcuni mesi e al momento è l’unico a non nascondersi dietro dichiarazioni diplomatiche. L’ex sindaco può contare sull’apporto dei fedelissimi consiglieri Annamaria Russo, Domenico D’Auria e Giancarlo D’Ambrosio. Mauri sta cercando di allargare il cerchio nel tentativo di recuperare qualche pezzo del mosaico che nel 2010 contribuì ad eleggerlo primo cittadino. Alberto Milo negli anni ha lavorato in proiezione delle prossime amministrative e appare ormai certa la volontà di provare a concorrere alla corsa per guidare la città con l’appoggio del gruppo dei “Popolari Angresi”.

Cosimo Ferraioli, invece, ha deciso di intraprendere la strada del silenzio in attesa di conoscere l’esito del ricorso giudiziario che potrebbe consentirgli di riscattare l’epilogo amaro del commissariamento e di avviare una campagna elettorale con piglio diverso.

L’incertezza sulla possibile candidatura dell’ex sindaco si dissolve con il passare delle ore e le indiscrezioni indicano l’obiettivo di riprendersi l’amministrazione della città scortato da una parte del centro destra locale con in testa il gruppo della Lega di Salvini e altri movimenti civici.

La sfida elettorale, al netto delle dichiarazioni di prudenza, potrebbe interessare anche il prefetto Umberto Postiglione esortato a scendere in campo da un gruppo di moderati che sta tentando con non poche difficoltà di creare le necessarie condizioni per coinvolgere altri gruppi elettorali.

La sinistra locale sosterrà la battaglia con il candidato di bandiera Ferruccio Iaccarino, mentre gli ex democratici stanno lavorando sotto traccia per presentare un candidato donna in grado di aggregare forze del centro sinistra e dell’area moderata che non si rivedono in altri candidati della stessa area.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here