Verso lo scioglimento del consiglio comunale

0

 

Potrebbe essere firmato in tempi brevi il decreto di scioglimento del consiglio comunale dopo la decisione del Prefetto di Salerno, Francesco Russo, di nominare il commissario prefettizio Alessandro Valeri che dallo scorso 12 luglio guida il Comune doriano.

Il definitivo atto sulla fine dell’amministrazione guidata dal sindaco sospeso Cosimo Ferraioli è atteso nei prossimi giorni quando il Ministero degli Interni decreterà la fine dell’esperienza amministrativa del civico consesso cittadino che al momento figura solamente sospeso.

L’atto parallelo allo scioglimento dovrebbe essere la designazione del commissario straordinario deputato a traghettare la città alle prossime elezioni in programma la prossima primavera.

Il prefetto Valeri, in ogni caso, appare destinato a restare a svolgere le proprie funzioni e nel caso potrebbe solamente cambiare l’incarico passando da commissario prefettizio a commissario straordinario con tanto di provvedimento a firma del Viminale.

Il governo centrale appare determinato a non attendere i tempi della giustizia ordinaria che gravitano intorno al ricorso presentato dal sindaco Cosimo Ferraioli che ha impugnato la decisione del prefetto di Salerno in merito al commissariamento per la mancata approvazione del rendiconto di bilancio. Una questione spinosa che si trascina dallo scorso 13 luglio con una serie di istanze presentate dall’avvocato Marcello Fortunato in difesa del sindaco sospeso Cosimo Ferraioli.

Al vaglio della commissione del tribunale amministrativo della sezione di Salerno ci sono i provvedimenti emessi dalla Prefettura di Salerno correlati alla legittimità delle sedute del consiglio comunale in cui è stato bocciato il rendiconto con la sola presenza dei consiglieri di opposizione.

Cavilli legali e speranze che tengono vivo l’interesse non solo nella maggioranza ma anche dell’intera classe politica cittadina che attende notizie per imbastire alleanze in proiezione della prossima campagna elettorale.

Nel frattempo in attesa dei futuri provvedimenti nella casa comunale è in arrivo un nuovo componente della compagine di governo con un sub-commissario che andrà a lavorare al fianco di Valeri e di Antonietti. Il governo centrale intende proseguire nell’iter procedurale non aspettando le deliberazione del tribunale amministrativo campano e, pertanto, il civico consesso cittadino appare avviato al capolinea.

Tuttavia, fonti vicine al primo cittadino Cosimo Ferraioli annunciano un nuovo ed estenuante braccio di ferro con gli organi di governo e, stando alle indiscrezioni, c’è l’intento di proseguire nella battaglia legale andando ad impugnare anche l’atteso provvedimento del Ministero dell’Interno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here