Pubblica illuminazione, la versione del sindaco Ferraioli

0

 

Quanto riportato nell’articolo non corrisponde al vero. Infatti sia il titolo utilizzato “Consulenze con denaro pubblico: Ferraioli non bada a spese…”, la parte testuale “Continua il percorso di spesa di denaro pubblico da parte del sindaco Ferraioli” e ancora “La pioggia di consulenze e di incarichi che sta caratterizzando il governo cittadino si abbatte sulle casse comunali”, ha diffuso un messaggio pubblico fuorviante e non veritiero. Continuando con la specifica che “l’incarico è stato affidato all’ingegnere Benedetto D’Ambrosio, ex funzionario comunale e responsabile del settore lavori pubblici per diversi anni, per un importo di 38.400 euro”, è stato volutamente comunicato a mezzo stampa un falso messaggio, lasciando intendere che i costi del professionista sono stati a carico del Comune. Ma non è così. La prassi adottata, secondo legge, prevede che il comune, attraverso i suoi uffici, scelga il professionista di fiducia che viene pagato dal gestore privato. Quindi nessun costo a carico delle casse dell’ente. Questo vale anche per tutte le altre figure professionali scelte dal comune e coinvolte nella gestione della pubblica illuminazione, i cui compensi sono totalmente a carico della società di gestione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here