Spettri al Castello, spese al palazzo!

0

Non è andata giù alle opposizioni consiliari la spesa di 18mila euro per la manifestazione Spettri al Castello. «Non è in discussione l’iniziativa in quanto tale, ma in tempi di crisi e di sacrifici è giusto che anche il Comune assuma un atteggiamento di maggiore sobrietà e oculatezza quando maneggia il denaro pubblico», ha esordito Francesco D’Antuono capogruppo del Pdl.

«È giusto che l’amministrazione rifletta al di là della riuscita o meno della manifestazione. Occorre che tutti stringano la cinghia a partire dal Municipio», ha concluso. Sulla stessa lunghezza anche Cosimo Ferraioli, capogruppo consiliare del Pd. «Spendere 18mila euro in due giorni è un oltraggio in questi tempi. Inoltre, l’iniziativa pare sia slegata da una programmazione omogenea. Piuttosto sembra il frutto di desideri personali di qualcuno», ha dichiarato.

-Ads-

«Il castello, poi, è stato trasformato in una parco giochi. Si chiedono sacrifici ai cittadini e poi un week-end costa 18mila euro. Urge una riflessione».

La Fabbrica del Divertimento e Itinera hanno ricevuto 2601 euro Iva inclusa ciascuno, la Malfi Music per lo spettacolo di Schettino 4500 Iva esclusa, i sei borghi storici 500 euro ciascuno, Max party 400 euro Iva inclusa, Gd group 200 euro Iva inclusa, Amici della musica 500 euro, Music Italia e Allestamenti Patella 1000 euro ciascuno Iva escluso, spese Siae ed altro 1000 euro. Pippo Della Corte

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here